Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 718
RAGUSA - 03/08/2016
Attualità - Ne sono stati installati su una parete verticale in piazza Torre

A Marina estemporanea con secchi di acqua

Un secchio può anche diventare contenitore di bellezza, di poesia, di memoria, di ricordi Foto Corrierediragusa.it

Estemporanea con 50 secchi d’acqua. Turisti e residenti sono stati molto incuriositi e piacevolmente sorpresi dall’installazione «Met2b» nel cuore della frazione marinara in piazza Torre. Cinquanta secchi sono stati i supporti proposti per questa edizione dal collettivo formato da Marie Scollo, Irene Minissale, Carla Difranco e Flavia Puglisi, divenuti adesso opere che potranno essere ammirate nella loro nuova «vita». Un secchio può anche diventare contenitore di bellezza, di poesia, di memoria, di ricordi. E così è arrivata sulla parete del Met una secchiata di colori, carica di speranza e di energia, che dona una nuova veste all’istallazione di arte urbana grazie alle 50 opere realizzate dai partecipanti. Durante l’estemporanea, a sorpresa, ha fatto il suo arrivo anche il presidente di giuria, il noto artista Velasco Vitali, che ha già iniziato a scrutare le opere, a carpirne le sfumature e i significati. A conclusione dell’estemporanea, sono stati i ragazzi di «Scinni i duocu» ad arrampicarsi come agili uomini ragno sulla facciata del Met appendendo tutte le opere.