Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 679
RAGUSA - 02/08/2016
Attualità - La notifica delle cartelle relative ai pagamenti dal 2010 al 2102

Ascom Ragusa contro Tarsu arretrata. "Affondiamo"

Appello del presidente Salvo Ingallinera all’amministrazione comunale Foto Corrierediragusa.it

Sulla Tarsu l’Ascom chiede più flessibilità. La notifica delle cartelle esattoriali relative agli anni 2010, 2011 e 2012 riguardanti le aree esterne le attività commerciali è arrivata come un fulmine a ciel sereno tanto da indurre l’associazione a convocare subito una riunione (foto). Dice il presidente Salvo Ingallinera: Gli ultimi provvedimenti rischiano di azzerare buona parte delle imprese presenti sul territorio cittadino». I titolari delle attività commerciali hanno manifestato nel corso dell’incontro la difficoltà a corrispondere il dovuto in quanto lo stesso risulta essere particolarmente gravoso.

«Non riusciamo a comprendere –afferma Ingallinera– quale il senso di questa manovra che assesterà un vero e proprio colpo di grazia a numerose delle imprese operanti in città. A quanto ci risulta, solo due o tre Comuni in Italia hanno scelto di operare in maniera così accanita. Non è possibile continuare a vessare in questo modo chi vuole cercare di assicurare un minimo di ricchezza a questo territorio. Se chiudono le imprese, Ragusa si impoverisce ulteriormente. E subito dopo toccherà alle famiglie. E’ questo l’obiettivo che si vuole raggiungere? Invitiamo l’Amministrazione comunale ad addivenire a più miti consigli perché, lo ribadiamo, non è più possibile andare avanti in questo modo. La situazione sta rischiando di diventare davvero molto grave e pesante».