Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 497
RAGUSA - 23/07/2016
Attualità - Nell’ambito della convezione tra il Comune e la società Enamalta

A Marina lungomare Doria riqualificato e abbellito

Entro la prima settimana di agosto fruibili parcheggio e marciapiedi Foto Corrierediragusa.it

Lavori in corso al lungomare Andrea Doria. L’ampia area dove arriva elettrodotto Italia-Malta è sottoposta ad un completo intervento di riqualificazione naturalistica e paesaggistica. I lavori sono a costo zero per l’ente in quanto rientrano nell’ambito della convezione tra il Comune e la società Enamalta con la quale è stato previsto che le spese di realizzazione del progetto ed esecuzione dei lavori, da eseguire sotto la sorveglianza dell´Ufficio tecnico comunale, siano stati a carico della società, come forma di ristoro per il territorio a seguito del passaggio dell´elettrodotto. Il progetto è stato già realizzato al 70%; oltre ad essere stata definita l´area che sarà destinata a parcheggio, è in fase di completamento il prolungamento del marciapiede che si collega al Lungomare Andrea Doria, sono stati piantumati degli alberi, sistemati gli impianti di irrigazione e quella dell´illuminazione.

«Entro la prima settimana del mese di agosto – dichiara l´assessore ai lavori pubblici Salvatore Corallo – sarà certamente fruibile la parte del prolungamento del marciapiede e lo spazio attrezzato per il parcheggio. Tutta l´area a verde in cui sono state già piantumate diverse essenze arboree, frutto della scelta di una conferenza di servizio convocata per esaminare il progetto a cui hanno partecipato i rappresentanti di vari enti ed istituzioni, tra cui Assessorato regionale territorio ed ambiente, Ufficio del demanio marittimo, Corpo Forestale, verrà ultimata entro la fine della stagione estiva in modo da rendere così fruibile una vasta area rivitalizzata dal punto di vista naturalistico, ambientale e paesaggistico».