Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1287
RAGUSA - 22/06/2016
Attualità - Saranno realizzate passerelle per facilitare l’accesso da via Natanelli

Al via lavori parco urbano vallata Santa Domenica

Il cantiere interessa anche cava Gonfalone e chiuderà entro novembre Foto Corrierediragusa.it

Cantiere aperto a Cava Gonfalone e nella Vallata Santa Domenica (foto). L´impresa ha già eseguito la scerbatura e pulizia dell´area sottostante il Ponte Nuovo. L’ intervento segue primi lavori di disboscamento ed eradicazione di piante infestanti, come l´ailanto, che erano stati eseguiti nei mesi scorsi dagli uomini della sezione provinciale dell’Azienda Foreste Demaniali grazie ad una specifica convenzione sottoscritta con il Comune che ha interessato tutta l´area della Vallata Santa Domenica e Cava Gonfalone.

Nelle prossime settimane l´impresa procederà alla realizzazione degli scivoli che collegheranno i vari terrazzamenti che da Via Natalelli portano a fondo valle, utili sia per un´agevole fruizione del sito, sia per i necessari interventi di manutenzione che si renderanno nel tempo necessari. In progetto anche la costruzione di tre nuove passerelle che andranno a sostituire quelle ormai fatiscenti per il libero accesso alla cave della vallata. Tra gli interventi in programma anche la realizzazione dei sentieri che correranno sotto i tre ponti della città che attraversano la Vallata fino a raggiungere la zona di largo San Paolo a Ragusa Ibla. I lavori, che comportano una spessa di 119mila euro, dovranno essere consegnati entro novembre.

«E´ intenzione dell´amministrazione comunale – dichiara il vice sindaco Massimo Iannucci – sfruttare questo naturale polmone a verde nel cuore della città – per farlo diventare un vero e proprio parco urbano. Grazie alla riqualificazione e valorizzazione del sito, con la piantumazione di nuovi alberi autoctoni, la sistemazione di panche, vogliamo trasformare la vallata in un giardino da mettere a disposizione dei cittadini».