Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 1288
RAGUSA - 11/06/2016
Attualità - In ambito evento "Architettura Oggi" organizzata dalla Fondazione Arch e dall’Ordine degli architetti

Ponte via Roma arredato con 2 strutture di legno

Sul lato a ovest successione ritmica di 80 portali per una lunghezza di 120 metri Foto Corrierediragusa.it

E’ stato completato l´allestimento della manifestazione «Architettura Oggi- Realizzazioni e progetti», organizzata dalla Fondazione Arch e dall’Ordine degli architetti di Ragusa, in programma dal 30 giugno al 7 luglio.L´allestimento ha carattere temporaneo ed è costituito da due strutture parallele ubicate lungo i due lati del ponte nuovo in via Roma a Ragusa. Il lato a ovest (foto) prevede la successione ritmica di 80 portali in legno di abete con tavole per una lunghezza di 120 metri lungo tutto il ponte. Sul lato est sarà installata una struttura ondulata costituita da tavole di abete alte 6 metri poste in opera a formare una sinusoide ondulata per 120 metri.

Queste due strutture accoglieranno tre mostre: quella dei progetti degli architetti iblei; la mostra del fotografo di architettura Moreno Maggi con opere di Renzo Piano e Massimiliano Fuksas; una mostra di fotografie con dati statistici e documenti dei terremoti in Italia, dal Belice all´Emilia, in collaborazione con il dipartimento di Protezione civile di Ragusa. Il progetto dell´allestimento vuole sensibilizzare sul tema molto importante della qualità dell´architettura che vuol dire qualità della vita in strutture sicure e sostenibili. La successione dei portali, con la sua regolarità e il suo ritmo costante, rappresenta l´architettura stabile sicura e vivibile. Su questi portali saranno esposti i progetti degli architetti iblei e le fotografie di Moreno Maggi.

La struttura ondulata rappresenta gli effetti del sisma, la sua terribile forza e le ricadute devastanti che il terremoto ha sulle persone e sugli edifici, testimoniati dalle fotografie dei principali eventi sismici avvenuti in Italia tra il 1968 (Belice) e il 2012 (Emilia). Tutto il ponte sarà reso pedonale con una pavimentazione in moquette grigia uniforme. Sul pavimento sarà tracciato con strisce di colore rosso un diagramma sismico, a richiamare l´alta sismicità del nostro territorio. La realizzazione della manifestazione è resa possibile dall´apporto di numerosi sponsor costituiti dalle principali aziende del settore artigiano della provincia di Ragusa. Inoltre, ci sarà un preview con l’esposizione del progetto dei grattacieli del Bosco verticale di Boeri.