Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1198
RAGUSA - 04/09/2008
Attualità - Ragusa - Il manager Fulvio Manno scrive all’assessorato regionale

L´Ausl 7 chiede più soldi alla Regione per garantire i servizi

Prende posizione sulla vicenda anche l’on Riccardo Minardo Foto Corrierediragusa.it

Il manager dell´Ausl 7 di Ragusa Fulvio Manno (nella foto) ha inviato una nota ufficiale all´assessorato regionale alla sanità per denunciare l´insufficienza del budget assegnato dalla Regione. "Questo budget - scrive Manno - risulta non rispondente a criteri di equità su base regionale".

Il direttore generale dell´Ausl 7 precisa che il suo intervento non è da intendere a tutela degli interessi «commerciali» dei convenzionati esterni, quanto piuttosto a garanzia di livelli di assistenza minimi sul territorio ibleo rispondenti alle effettive necessità di salute della popolazione residente, a prescindere dal fatto che vi sono ampie fasce di cittadini di altre province, a cominciare da quella limitrofa di Siracusa, che usufruiscono delle prestazioni erogate dalle strutture sanitarie dell’Azienda.

"Mi pare opportuno evidenziare - conclude Manno - come in sede di percentuale di riduzione delle assegnazioni per il 2008 la Provincia di Ragusa è stata particolarmente penalizzata rispetto alle aree metropolitane di Palermo e Catania, sia in valore assoluto che in valore percentuale".

Sulla vicenda interviene anche il Presidente della prima Commissione Affari Istituzionali all’Ars, on Riccardo Minardo, che ha a sua volta scritto all´assessore regionale alla sanità Massimo Russo.

"Non possiamo dar luogo ad una guerra tra poveri - scrive Minardo - ne tanto meno si possono usare due pesi e due misure. Le Ausl più piccole, tra cui la n.7 di Ragusa, temono di essere travolte dai tagli per i convenzionati al punto, come sta già accadendo, di non poter garantire prestazioni indispensabili come la risonanza magnetica, tac ed altro.

La situazione dell’Ausl 7 - continua il deputato autonomista - non può essere paragonata a quella di Palermo o Agrigento, dove i tagli finanziari operati dalla Regione non provocano disagi estremi. Di contro nella nostra provincia questi tagli comportano conseguenze estremamente gravi visto che non possono essere garantite, come detto, prestazioni specialistiche importanti e spesso vitali per l’utente".

L’on Riccardo Minardo ha pertanto chiesto l’integrazione del budget 2008 per la convenzionata esterna ed una più capillare razionalizzazione del sistema sanitario nelle diverse province le cui realtà sono diverse.

L´on Riccardo Minardo