Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 638
RAGUSA - 25/05/2016
Attualità - Il sindacato fa i conti in tasca all’azienda ospedaliera

Per la Cgil "Asp 7 spreca 4 milioni"

Si attende ora una controreplica dall’Asp 7 sulle dichiarazioni di Avola Foto Corrierediragusa.it

Da qualche tempo tra Cgil e Asp 7 non tira buona aria. Il segretario generale della sigla sindacale Giovanni Avola ha dapprima determinato con una sua denuncia sulle condizioni di sicurezza negli ospedali iblei l’attivazione di una commissione d’inchiesta, mentre ora punta l´indice sulle spese esorbitanti dell’azienda. Secondo il sindacato l’Asp spenderebbe quattro milioni di euro in più l’anno per servizi che potrebbe razionalizzare garantendo comunque una buona assistenza. L’attenzione della Cgil si concentra in particolare sulle esternalizzazioni di prestazioni. Mentre nel distretto di Modica non ci sono per esempio prestazioni convenzionate,ovvero tutti i servizi sono offerti dalla struttura pubblica, non si può dire lo stesso di Ragusa e Vittoria. I dati per la Cgil sono «schizofrenici» perché a Vittoria, secondo quanto dichiarato dal sindacato, si arriva a ben 36 mila prestazioni esterne e a Ragusa a 16 mila. In un documento che sarà inviato all’assessorato alla sanità si legge testualmente: «Le strutture pubbliche a Modica hanno garantito 34 mila 171 prestazioni, a Ragusa 10 mila 682 e a Vittoria solo 9 mila 226. Il costo di queste prestazioni convenzionate è di circa un milione di euro annui». C’è poi un altro aspetto che non convince il sindacato: quello relativo ai posti per la lungodegenza ed alla riabilitazione. Dice Giovanni Avola: «Per la lungodegenza sono previsti 24 posti letto nell´ospedale di Ragusa, 24 all´ospedale di Comiso e 24 all´ospedale di Scicli, ma non sono mai stati attivati come previsto nell´Atto Aziendale. Per il recupero e la riabilitazione funzionale i 18 posti nell´ospedale di Ragusa non sono stati attivati ma funzionano ben 40 posti letto convenzionati pagati dall´Asp al costo cadauno di 260 euro al giorno, per un totale di 10 mila euro giornalieri, ovvero 3 milioni di euro annui.

Si fanno i controlli sull´appropriatezza di ricoveri e sulla quantità del personale impiegato dalla struttura convenzionata? Chi disciplina i rapporti tra i vari reparti dell´ospedale di Ragusa, ortopedia compresa, e la clinica convenzionata? E perchè l´Asp di Ragusa - prosegue Avola - disattende il Decreto Assessoriale con cui si prescrive di attivare la struttura di riabilitazione del presidio ospedaliero di Ragusa fino all´avvio e alla completa realizzazione dell´attività di collaborazione con l’Istituto Bonino–Pulejo di Messina? Ed inoltre, perchè non si attivano gli altri 6 posti letto a Comiso e 16 a Scicli trasformando quest´ultimo in polo riabilitativo regionale? Dunque, come prevede l´Assessorato alla Salute - conclude il sindacalista - bisogna istituire subito i 72 posti letto mancanti e assumere i 4 medici e gli 11 fisioterapisti i cui concorsi stanno per sbloccarsi».

Si attende ora una controreplica dall´Asp 7 sulle dichiarazioni di Avola, magari come accadde per la vicenda della sicurezza negli ospedali. Il manager dell´azienda ospedaliera Maurizio Aricò respinse tutte le accuse al mittente, ovvero Avola, che, però, rincarò la dose.