Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1020
RAGUSA - 11/05/2016
Attualità - Smentite le notizie prive di fondamento sulla mancata assegnazione

Ragusa, Pozzallo e Ispica: è bandiera blu!

Filippo Spadola del Movimento 5 Stelle a certa stampa ed ai consiglieri D’Asta e Chiavola: "Chiedano scusa alla città" Foto Corrierediragusa.it

La bandiera blu ritorna a Marina di Ragusa dopo la "vacatio" dello scorso anno per la quale sindaco ed amministrazione si erano adoperati con la Fee (che rilascia il prestigioso riconoscimento) allo scopo di avere lumi ed evitare uno sgradito "bis". E difatti da quest´estate 2016 la bandiera blu torna a sventolare anche a Marina di Ragusa, con buona pace di chi aveva "gufato" senza cognizione di causa, a cominciare da alcuni media seguiti poi a ruota da uno sparuto gruppo di esponenti politici dell´opposizione. E proprio a questi ultimi fa riferimento Filippo Spadola del Movimento 5 Stelle: «Non so come definire - dice Spadola - l´atteggiamento dei consiglieri del Pd, Mario D´Asta e Mario Chiavola, che lo scorso 6 maggio avevano rilasciato una dichiarazione dove paventavano che, per il secondo anno consecutivo, Ragusa non avrebbe ottenuto l´importante riconoscimento. Ora, chi gli abbia fatto fare questo meraviglioso scoop, non mi interessa e non mi riguarda – chiarisce Spadola – fatto sta che questo atteggiamento, sicuramente irresponsabile e puerile, denota la credibilità di questi personaggi e di quel partito. D´Asta e Chiavola, nonché certa stampa, si sono resi conto del danno d´immagine che stavano arrecando alla nostra città? Chiedano scusa - conclude Spadola - ai ragusani e a Ragusa".

Quindi sono state assegnate dalla Foundation for Environmental Education Italia le Bandiere Blu 2016 ai comuni che hanno rispettato i criteri della Fee, che si fondano sulla «eccellente» qualità delle acque, ma anche sull’efficienza della depurazione, sulle percentuali di raccolta differenziata, sulle aree pedonali e ciclabili, sui servizi in spiaggia, sull’educazione ambientale rivolta a scuole e turisti, sulla qualità delle strutture alberghiere, sulla certificazione di enti e strutture turistiche nel territorio e sulla pesca sostenibile.

LA SODDISFAZIONE DEL SINDACO PICCITTO
Il sindaco Federico Piccitto, accompagnato dal presidente del Consiglio Comunale, Antonio Tringali e dall’assessore comunale all’ambiente, Antonio Zanotto (nella foto con la Bandiera blu 2016), si è recato a Roma, nella sala convegni del Consiglio Nazionale per le Ricerche, per presenziare alla cerimonia ufficiale di consegna a tutti i comuni italiani aventi diritto, dell’ambito riconoscimento conferito dalla Fee (Foundation for Enviromental Education). «Lo scorso anno – afferma il sindaco Federico Piccitto – avevo sottolineato che il mancato riconoscimento, oltre che fonte di stupore e delusione, era soprattutto incomprensibile, perché penalizzante nei confronti di una realtà virtuosa come Marina di Ragusa, che meritava, sicuramente, un riconoscimento prestigioso come la Bandiera Blu. La «riconquista» di oggi, dimostra come l’esclusione dello scorso anno fosse un fatto casuale ed episodico, e quanto prive di fondamento fossero le tante presunte motivazioni circolate lo scorso anno.

Alla luce delle indiscrezioni circolate nei giorni scorsi su certi organi di stampa, che paventavano una nuova perdita della Bandiera Blu per Marina di Ragusa, voglio solo precisare che l’invito per la cerimonia di consegna era arrivato da diversi giorni, ma, dopo un’interlocuzione con Fee Italia, e per motivi legati all’ufficialità dell’evento, ho evitato di rilasciare dichiarazioni ufficiali. Ovviamente, non ci fermiamo qui, anzi, ci siamo già mossi per ottenere nuovi ed importanti riconoscimenti che confermino ulteriormente le grandi potenzialità attrattive del nostro territorio. Un ringraziamento va agli uffici comunali ed in particolare all’assessore Antonio Zanotto, per aver seguito costantemente e da vicino tutto l’iter previsto».

Sulla stessa linea anche il presidente del Consiglio Comunale, Antonio Tringali: «Un premio meritato– afferma – alle nostre spiagge ed al nostro mare, la cui tutela e piena fruibilità da parte dei turisti e dei visitatori che ogni anno scelgono il nostro territorio, è uno dei principi cardine che guida l’attività di tutto il Consiglio Comunale. L’amarezza, da parte di tutti, per il mancato riconoscimento dello scorso anno, lascia quindi spazio alla soddisfazione per l’assegnazione della Bandiera Blu nell’anno 2016, e rappresenta un ulteriore stimolo per proseguire lungo la strada già intrapresa».

Soddisfatto anche l’assessore comunale all’ambiente, Antonio Zanotto: «Si tratta – spiega – dell’ulteriore, ennesima dimostrazione dell’unicità del nostro territorio dal punto di vista della tutela ambientale e della salvaguardia del patrimonio naturale che abbiamo a disposizione. La strada verso la piena valorizzazione di questo vero ed essenziale «tesoro», sotto tutti i punti di vista, non è di certo ancora completata, ma l’azione che l’Amministrazione Comunale sta portando avanti su tutti i fronti, consente di guardare al futuro con ottimismo e con la certezza che, in prospettiva, il nostro territorio può rappresentare un modello da seguire non solo a livello siciliano».

PURE POZZALLO GONGOLA. AMMATUNA: "LE NOSTRE SPIAGGE SONO BELLISSIME"
Orgoglioso del raggiungimento di quota 14 Bandiere blu, il sindaco di Pozzallo Luigi Ammatuna invita i cittadini di Pozzallo e tutti i turisti che vogliono soggiornare nella nostra città, a godere delle meravigliose spiagge dorate, baciate dalle limpide acque del Mediterraneo. Oltre alla Bandiera Blu, Pozzallo ha ottenuto la Bandiera Verde, fiore all’occhiello del mare italiano «under 18». Tale riconoscimento conferito, dalla Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, a Sindaci e Amministratori che hanno nei loro comuni spiagge a misura di bambino, è stato assegnato per le due meravigliose spiagge di Pietrenere e Raganzino che abbracciano la nostra bellissima cittadina.

CON ISPICA BEN 3 BANDIERE SU 6 IN SICILIA SONO NEGLI IBLEI
La Bandiera Blu riconosciuta per questa estate 2016 anche al litorale ispicese, già insignito del prestigioso riconoscimento dal 2011, porta a quota 3 le Bandiere Blu negli Iblei su 6 complessive in Sicilia. Ispica si segnala quindi per lo splendido litorale costituito dalla scenografica spiaggia di Ciriga e dal mare di Santa Maria del Focallo. Insomma, se la metà delle Bandiere Blu riconosciute all´Isola sono in territorio ragusano qualcosa vorrà pur significare: la nostra costa è la più bella di Sicilia, al di là di trivelle, annessi e connessi. Il mare è pulito e limpido e le spiagge dorate. Il territorio ibleo ne esce dunque vincente nonostante le fin troppo facili Cassandre del malaugurio, puntualmente smentite.

"Vengono premiati - dichiara il sindaco di Ispica Pierenzo Muraglie - non solo la bellezza delle spiagge e le acque cristalline, ma la qualità delle stesse acque, sottoposte a controlli ed analisi che ne verificano la balneabilità, l’alto livello raggiunto nella raccolta differenziata, la migliorata funzionalità di strutture e servizi, requisiti definiti imperativi, che devono essere non solo presenti, ma mantenuti e verificati con costanti, periodici monitoraggi. Sicuramente la Bandiera blu - continua il sindaco Muraglie - deve considerarsi un momento di orgoglio per la nostra città, perché è frutto della sinergia tra l’Amministrazione ed i cittadini e deve essere vissuto da tutti con la consapevolezza che l’amore per l’ambiente e la virtuosa gestione della cosa pubblica sono il percorso vincente per la promozione del nostro territorio che si avvarrà di questo riconoscimento anche per accrescere - conclude il primo cittadino - il flusso turistico già in trend positivo".

Il sindaco Pierenzo Muraglie rivolge i complimenti all’assessore Salvatore Distefano ed agli uffici comunali interessati per l’impegno profuso che ha permesso di raggiungere il prestigioso traguardo. Proprio l´assessore Distefano, accompagnato dal collaboratore Giovanni Di Luca, in nome del sindaco Muraglie e della sua amministrazione, ha ritirato l’ambito vessillo.

LE ALTRE BANDIERE BLU DI SICILIA
Crescono ogni anno le località balneari d´eccellenza lungo la Penisola. Quest´anno 152 Comuni rivieraschi (cinque in più del 2015) per 293 spiagge complessive (280 l´anno scorso) e 66 approdi turistici potranno fregiarsi della Bandiera Blu 2016, il riconoscimento internazionale assegnato dalla Foundation for Environmental Education (Fee), che premia la qualità delle acque di balneazione ma anche il turismo sostenibile, l´attenta gestione dei rifiuti e la valorizzazione delle aree naturalistiche. L´iniziativa, giunta alla XXX edizione, vede ancora sul podio la Liguria con 25 località premiate e due nuovi ingressi (Cerviale e Levanto), davanti a Toscana (19 e un nuovo ingresso, Massa) e Marche (17). La Campania conferma 14 bandiere con un nuovo ingresso (San Mauro Cilento) e un´uscita; stessa sorte per la Puglia, con 11 bandiere, un nuovo ingresso (Carovigno) e un´uscita.

L´Abruzzo, con tre uscite e una new entry (Silvi) scende a quota 6 bandiere, L´Emilia Romagna ne perde due e scende a 7. Il Veneto e il Lazio confermano le stesse 8 bandiere dell´anno scorso; la Sardegna è presente con 11 località avendone acquistate tre (Badesi, Sassari e Teulada), e la Sicilia raggiunge le 6 bandiere con una nuova entrata (Marina di Ragusa).
Ancora, la Calabria arriva a 5 bandiere con un nuovo ingresso (Praia a Mare), il Molise conferma le 3 bandiere dell´anno scorso e il Friuli Venezia Giulia le 2 del 2015. La Basilicata raddoppia e grazie all´ingresso di Policoro arriva a 2. Quest´anno vengono poi riconfermate le bandiere 2015 per i laghi: 1 per la Lombardia, 2 per il Piemonte e 5 per il Trentino Alto Adige. I criteri guida per l´assegnazione delle Bandiere Blu vanno ´dalla "assoluta validità delle acque di balneazione" (devono avere una qualità eccellente) all´efficienza della depurazione, dalla raccolta differenziata alle aree pedonali, piste ciclabili e spazi verdi.

Nella foto sotto il sindaco di Pozzallo Luigi Ammatuna con la Bandiera Blu 2016. Cliccate sulla foto per ingrandirla

Il sindaco di Pozzallo Luigi Ammatuna con la Bandiera Blu 2016