Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 625
RAGUSA - 09/05/2016
Attualità - Il secondo meeting si è tenuto all’auditorium della Camera di Commercio

Laboratorio 2.0 cerca nuove idee per sviluppo Ragusa

Molto critici gli interventi nei confronti della giunta pentastellata Foto Corrierediragusa.it

L’attuale situazione politico-economico-sociale, le tante battaglie portate avanti dal Laboratorio 2.0, ma soprattutto le idee e le soluzioni. Una platea gremita ha fatto da cornice al secondo meeting del Laboratorio 2.0 «Chiamalacittà». Al microfono il presidente del Laboratorio 2.0, Claudio Castilletti, il vicepresidente Livio Tumino, il comunale Manuela Nicita e il portavoce giovani Alberto Distefano. Tra gli intervenuti anche l’ex assessore Stefania Campo. Il movimento, come ha evidenziato Claudio Castilleti, ha voluto fare il punto dela situazione a tre anni dall’insediamento della giunta Piccitto di cui non si intravede ancora una strategia ed un progetto. Molto critica il consigliere Sonia Migliore che ha parlato di un futuro «buio, triste e confuso per il territorio». Sonia Migliore ha anche sostenuto che «nella sofferenza tutta siciliana, Ragusa sta subendo un momento di impoverimento sociale culturale ed economico con azioni vessatorie ed incomprensibili da parte del governo regionale: come non citare lo smantellamento tout court della Provincia, il trasporto per i disabili, la mortificazione del Corfilac, l´incertezza sull´università, il massacro sull´Asi, la perdita dei fondi della Legge su Ibla, lo smantellamento della sanità ragusana, la macelleria sociale sui lavoratori della formazione. Ed in questo quadro drammatico, Ragusa, sembra navigare a vista, come una nave senza timone, in balia delle correnti e delle mille contraddizioni del M5S. Un Movimento che in nome di un cambiamento fasullo, si acclara come una forza politica alla ricerca del potere facendo leva, populisticamente, sulla pancia dell’elettorato e cavalcando spudoratamente il disagio sociale. Lanciamo un appello forte a tutte le forze politiche civiche e sane di questa città affinché si possa elaborare insieme un progetto che non sia un sogno ma un progetto reale per una città essenziale, ospitale, aperta, laboriosa, vivibile e sostenibile».