Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 591
RAGUSA - 28/04/2016
Attualità - Intervengono i FutureDem

Una sola mensa per gli studenti universitari a Ibla

Si chiede all’Ersu di Catania di risolvere al più presto questo disservizio Foto Corrierediragusa.it

«Da Maggio gli studenti dell’università di Ragusa potranno usufruire di una sola mensa convenzionata. I FutureDem: chiediamo all’Ersu di Catania di risolvere al più presto questo disservizio». «L’università di Ragusa - spiega Gaetano Sascaro,dell’associazione politico-culturale FutureDem - è stata da sempre una componente fondamentale della città, contando anche che in questi ultimi anni, l’affluenza da parte degli studenti, sta gradualmente aumentando. Tuttavia ora proprio gli studenti si trovano a dover affrontare un problema di importanza rilevante, dovuto dalla scarsa disponibilità di mense universitarie. Una struttura come quella di Ragusa Ibla, deve riuscire a soddisfare le necessità di un gran numero di studenti, cosa che finora è riuscita a fare grazie alle convenzioni-mense fornite dall’Ersu di Catania».
Purtroppo giorno 14 aprile 2016 l’ente pubblica sul sito ufficiale questo comunicato: a partire dal mese di Maggio 2016 fino al 31 Ottobre 2016, il ristorante convenzionato per la sede universitaria di Ragusa è la «Trattoria bar da Nino Picos.» Col presente avviso, l’Ersu comunica la chiusura del servizio mensa fornito dal ristorante «U Saracinu».

«Tale disservizio provoca non pochi problemi agli studenti di Ragusa -continua Sascaro - che devono confluire in un’unica mensa, la quale non riesce a sostenere l’intero afflusso di persone. «La nostra associazione», conclude il responsabile FutureDem,«porterà avanti l’istanza per ampliare il servizio mensa,essendo L’università tessuto vitale della città di Ragusa».

"Il tema del diritto allo studio - si continua a leggere nella nota - sta alla base di ogni società civile e ringrazio gli studenti stessi per averci reso parte della problematica, in particolare i ragazzi di «Nuova Ibla», con la quale collaboreremo per riuscire a ripristinare le mense della città. Si Sollecita l’Ersu di Catania ad agire per risolvere al più presto il disservizio - conclude la nota - invitando ad evitare il ripetersi di episodi che procurino danni agli studenti".