Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 895
RAGUSA - 14/04/2016
Attualità - Il consiglio comunale vuole vederci chiaro

Commissione d´inchiesta su fondi legge Ibla

I tempi per approfondire la questione sono 90 giorni dall’insediamento Foto Corrierediragusa.it

I conti non tornano e il consiglio comunale vuole vederci chiaro. Ci sono 16 milioni della Legge su Ibla che non sono stati «rintracciati» nelle pieghe delle varie destinazioni delle somme. Il riallineamento tra quanto erogato dalla Regione e incassato da palazzo dell’Aquila e quanto è stato effettivamente speso non convince e su questo passaggio è in atto un dibattito politico avviato proprio con l’insediamento dell’amministrazione pentastellata. Per chiarire come, dove e perché sono finiti questi soldi è stata istituita una Commissione di inchiesta così come a suo tempo proposto dal consigliere Carmelo Ialacqua. La commissione di indagine è prevista dal Regolamento comunale e sarà composta da undici consiglieri, sei per la maggioranza e cinque per le opposizioni (uno Pd,uno Udc, uno Partecipiamo e due del Gruppo Misto). I tempi per approfondire la questione sono 90 giorni dall’insediamento. A conclusione i componenti dovranno stendere una relazione dalla quale si dovranno evincere le convinzioni e i fatti così come accertati dalla commissione dopo avere sentito amministratori, tecnici, progettisti. Viste le risultanze dell’ultima Commissione di inchiesta istituita sul Caso dell’assessore dimissionario Stefania Campo può sorgere più di un dubbio sull’efficacia della commissione per addivenire ad una risposta certa ed univoca.