Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 891
RAGUSA - 12/04/2016
Attualità - Due nuovi episodi in cantiere

Finite le repliche in tv, Montalbano è tornato a girare

Scene anche alla Valle dei Templi di Agrigento Foto Corrierediragusa.it

Mentre le ennesime (ma pur sempre seguitissime) repliche della fiction in tv sono finite, il commissario Montalbano è tornato a girare negli Iblei gli episodi inediti che vedremo non prima del 2017. Sei settimane di riprese in tutto. Lo scenario è sempre lo stesso: la casa con terrazzo sul mare di Punta Secca (abusiva o meno che sia), via Mormina Penna, S. Giorgio a Modica, piazza Duomo a Ibla, il mare di Sampieri e Donnalucata. Unica variazione sul tema la Valle dei Templi ad Agrigento dove la troupe del regista Alberto Sironi girerà per un giorno intero giovedì 21. Il commissario si aggirerà in tutto il parco archeologico ed anche quella sarà una bella immagine della Sicilia, cara peraltro all’empedoclese Andrea Camilleri. La troupe ha cominciato già ieri le riprese a Punta Secca dove si sono subito concentrati residenti, turisti e curiosi. Gli iblei restano comunque lo scenario principe delle nuove puntate e molte delle scene saranno girate anche in ville e masserie disperse negli angoli più suggestivi dell’altipiano. Il location manager, il ragusano Pasquale Spadola, ha già selezionato tutti i nuovi siti dove il commissario Montalbano opererà per risolvere casi come al solito intricati. Il commissariato resterà nel palazzo comunale di Scicli con lo sfondo di via Mormina Penna dove sono stati rinviati, proprio per non intralciare le riprese, i lavori di ripavimentazione delle basole e di interramento delle linee elettriche aeree. La sovrintendenza che dovrà gestire i lavori ha dato parere favorevole allo slittamento per offrire la migliore immagine della città e della strada in particolare.