Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:19 - Lettori online 1576
RAGUSA - 10/04/2016
Attualità - Da lunedì operativa la sezione adeguata agli standard europei

Il carcere si rinnova: pronta ala con 124 posti

Problema di organico, i sindacati chiedono almeno 15 agenti in più per assicurare i turni Foto Corrierediragusa.it

Una nuova ala moderna e funzionale alla casa circondariale di via Di Vittorio (foto). I lavori sono stati ultimati e la nuova struttura, dotata di un sistema sofisticato di videosorveglianza, è pronta ad ospitare 124 detenuti. Si chiude così la vecchia sezione del carcere che risale al 1937 e che ormai era inadeguata alla normativa europea. In quella nuova sono stati rispettati tutti i parametri ed ogni cella è dotata di doccia e bagno. Sono state anche creati spazi per seguire corsi di formazione e alfabetizzazione finalizzati al reinserimento del detenuto. Se la nuova ala è dunque realtà resta il problema del personale che è sotto dimensionato e induce i sindacati di categoria a sollevare il caso visto che gli agenti sono 71 su 106 previsti in organico. Il tutto comporta turni di lavoro pesanti e stressanti con una media di setti turni notturni al mese e le difficoltà di potere usufruire delle ferie. I segretari provinciale del Sappe, Salvatore Licitra e Francesco Accardi, e della Fns Cisl, Lorenzo Pagano e Corrado Presti, hanno inviato un documento al Provveditorato dell’Amministrazione Penitenziaria per chiedere l’assegnazione di 15 agenti a Ragusa. I sindacati sono pronti ad azioni di protesta nel caso in cui non dovessero essere prese misure per risolvere il disagio del personale.