Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1474
RAGUSA - 23/03/2016
Attualità - Alcuni massi e pietrisco sono rotolati ai bordi della carreggiata

Pericolosa la strada Ragusa Modica: diffida all´Anas

La situazione perdura ormai da diverso tempo Foto Corrierediragusa.it

Alcuni tratti della vecchia strada Ragusa Modica sono pericolosi. Lungo il tracciato da qualche mese i muri di contenimento che delimitano la carreggiata hanno difatti ceduto facendo precipitare massi e pietrisco (foto). Per fortuna la carreggiata non è stata invasa perché le reti metalliche di protezione hanno comunque contenuto, seppure a stento, il materiale, come è ancora possibile verificare. Per risolvere uno stato di fatto che pregiudica comunque la sicurezza degli automobilisti, la sezione Ragusa Modica dell’Assoconsum ha diffidato l’Anas, gestore della strada, affinchè intervenga al più presto per ripristinare le migliori condizioni di percorribilità lungo tutti i 14 km che collegano il capoluogo a Modica. Nei tratti interessati infatti la carreggiata è stata delimitata con barriere mobili ma anche le stesse reti metalliche versano in condizioni precarie perché mai sostituite dopo decenni dalla loro installazione. Il restringimento della carreggiata porta a improvvisi cambi di direzione da parte degli automobilisti che devono anche scansare pietrisco e materiale che cade dalla collina.

Scrive l’Assoconsum: «L’unico intervento fatto dall’Anas per tentare di arginare tali disagi (considerato, peraltro, da parte dall’Assoconsum, non adeguato alla pericolosità del problema) è stato quello di inserire una scarna segnaletica di restringimento della carreggiata destra, seguita da una breve recinzione in barriera jersey rosso e bianca che copre un brevissimo tratto di strada di appena 50/60 metri. Ma nulla di più utile e definitivo al riguardo è stato fatto. L´Assoconsum, pertanto, ritenendo di assoluta gravità la persistenza dello stato di pericolo in cui incorrono coloro i quali quotidianamente attraversano quel tratto stradale, diffida ancora una volta l´Anas, in qualità di gestore e pertanto responsabile del tratto di strada in questione, ad intraprendere gli opportuni provvedimenti al fine di evitare il verificarsi di episodi ben più gravi e spiacevoli per gli utenti automobilisti, riservandosi altrimenti, vista l´inefficienza del servizio pubblico erogato e i danni che ovviamente da questa derivano, la facoltà di esercitare azioni collettive di risarcimento".


Prima che ci scappi il morto!
24/03/2016 | 9.50.10
Peppe F.

Che si intervenga subito! Percorrendo questa strada in effetti si ha la terribile sensazione che dei massi si stacchino dalle pareti per invadere la sede stradale o peggio finire sugli automobilisti in transito. Peraltro su questa arteria stradale viaggiano anche autobus e centauri. Intervenite prima che accada l´irreparabile.