Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 711
RAGUSA - 21/03/2016
Attualità - Approvate dalla giunta municipale per il 2016 le nuove tariffe

Quanto costa "affittare" il castello di Donnafugata

Disponibili pure il Teatro Tenda, la Sala Falcone-Borsellino, Palazzo Zacco e l’Auditorium «San Vincenzo Ferreri» Foto Corrierediragusa.it

Approvate dalla giunta municipale per il 2016 le nuove tariffe per i servizi pubblici a domanda individuale collegati alla fruizione ed all’utilizzo delle principali strutture destinate alle attività culturali e non della città di Ragusa. Nell’atto deliberativo vengono specificati i piani tariffari relativi al Castello di Donnafugata (foto), al Teatro Tenda, alla Sala Falcone-Borsellino, a Palazzo Zacco ed all’Auditorium «San Vincenzo Ferreri». Risultano pressoché invariate le tariffe per tali siti, mentre sarà ridotto del 50% il biglietto d’ingresso all’antico maniero per tutti coloro che dimostreranno di avere utilizzato la linea di trasporto pubblico sperimentale che l’amministrazione comunale sta provvedendo ad attivare da e per il Castello di Donnafugata. Al fine di incentivare il turismo congressuale, è stata prevista anche la possibilità di concedere gratuitamente, per tale scopo, l’Auditorium San Vincenzo Ferreri e la Sala Falcone-Borsellino, stabilendo, altresì, per gli utenti che parteciperanno a tali iniziative, uno sconto del 50% sui biglietti d’ingresso ai musei comunali.

Deliberato anche il pagamento di una cauzione per l’utilizzo delle strutture, ammontante a 500 euro per il Castello di Donnafugata e per il Teatro Tenda, 250 euro per la Sala Falcone-Borsellino e per Palazzo Zacco e 350 euro per l’utilizzo dell’Auditorium «San Vincenzo Ferreri» e Palazzo Cosentini.