Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 851
RAGUSA - 11/03/2016
Attualità - E’ stata acquistata dalla polizia locale

Telecamera mobile contro le discariche abusive a Ragusa

Il fenomeno è in ascesa. Previste le denunce penali Foto Corrierediragusa.it

La polizia locale con telecamera mobile per le zone in cui vengono abbandonati i rifiuti. Da diverso tempo infatti, si registra nel territorio comunale il deprecabile fenomeno di abbandono indiscriminato di rifiuti che ha contribuito a creare delle vere e proprie discariche abusive. Ciò, oltre ad avere effetti negativi sul decoro urbano, ha comportato pesanti ripercussioni sul costo del servizio che grava sulla comunità cittadina. Sino ad oggi l’unico modo per eliminare queste discariche «improvvisate», è stato quello di intervenire con la rimozione dei rifiuti, consapevoli dell’impossibilità di risalire ai colpevoli. La telecamera mobile consentirà, una volta visionate le immagini, di risalire agli autori dell´abbandono indiscriminato di rifiuti o di atti che provocano danni dell’ambiente, intervenendo così con sanzioni economiche pesanti e, nel caso di abbandono di rifiuti pericolosi, (ad esempio lastre in fibrocemento contenente amianto ed eternit), con una denuncia penale.

"Auspichiamo che questi controlli - afferma il vicesindaco con delega alla polizia locale Massimo Iannucci - siano utili per reprimere tutti quei comportamenti irrispettosi dell´ambiente che nel tempo sono diventati una costante. Ci auguriamo di non dovere elevare sanzioni economiche e denunce penali a carico di cittadini, ma in una città come Ragusa non è possibile vedere angoli del territorio ripetutamente deturpati. Purtroppo punire i trasgressori sembra rimasta l’unica strada percorribile per combattere questo triste fenomeno".