Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1556
RAGUSA - 05/03/2016
Attualità - Comune che vai, balzello che trovi

Tassa di soggiorno a Ragusa e Modica: cosa succede?

In entrambi i casi si attendono risposte Foto Corrierediragusa.it

Totale disaccordo sul piano di utilizzo della tassa di soggiorno del Comune di Ragusa per l’anno 2016 e che fatto introitare circa 480 mila euro. E’ questo l’oggetto di un documento, inviato al sindaco e all’assessore con delega al Turismo, firmato dal presidente dell’Osservatorio permanente, Giuseppe La Rosa, dal vicepresidente di Federalberghi Ragusa, Giovanni Occhipinti, dal presidente della sezione Ascom di Ragusa, Salvo Ingallinera, dal direttore di Confindustria Ragusa, Giusi Migliorisi, dal presidente Cna sede Territoriale di Ragusa, Giorgio Biazzo, dal presidente Citur, Mario Papa e dal presidente Adiconsum Ragusa-Siracusa, Gianni Cerruto. «Non riteniamo opportuno – è spiegato nel documento – che siano state tolte risorse alla promozione turistica (stampa brochure, educational, press tour) ed alla tratta aerea. Inoltre, ci troviamo in netto disaccordo con la destinazione della somma di 100 mila euro per suffragare manifestazioni che non hanno alta valenza di promozione turistica. Le associazioni di categoria e i componenti dell’Osservatorio permanente avevano già sottoscritto, dopo essersi riuniti, un documento che hanno portato sul tavolo dell’organismo e che intendiamo riconfermare. L’Amministrazione aveva presentato il piano al tavolo tecnico dell’osservatorio permanente che ha analizzato gli interventi previsti, sentito le osservazioni portate dal rappresentante della maggioranza e preso atto delle conclusioni dell’assessore con l’esplicitazione della ripartizione delle somme».

Dopo avere constatato come l’Amministrazione comunale abbia assunto decisioni unilaterali senza aver considerato alcuna proposta, né tenuto conto delle osservazioni dei componenti dell’osservatorio permanente, i quali nelle precedenti convocazioni avevano ampiamente discusso e legittimamente individuato soluzioni condivise nell’interesse della collettività per implementare il turismo a favore dell’economia territoriale, i firmatari del documento chiariscono che, se non saranno trovati punti di convergenza, ritenendo altresì che tale tavolo tecnico sia stato privato del ruolo e della valenza in quanto tale, esamineranno la possibilità di dimettersi dall’organismo, con comunicazioni anche a mezzo stampa del mancato accordo. Fanno inoltre appello al Consiglio comunale affinché le eventuali previsioni iniziali possano essere in qualche modo modificate seguendo le indicazioni dell’osservatorio permanente.

Intanto è mistero sulla tassa di soggiorno a Modica, di cui anche qui non si conoscono le destinazioni. Innanzitutto, rispetto alla mega somma di Ragusa e ai rispettabilissimi 270 mila euro di Scicli, la Città della Contea ha introitato appena 60 mila euro. Praticamente una somma modesta che può essere spiegata in due modi: o i turisti che visitano Modica sono molti di meno rispetto alle altre città iblee, oppure nessuno paga la tassa di soggiorno, ipotesi questa che appare più plausibile. Nessuna spiegazione dal consorzio turistico o dalla giunta comunale, eppure il mistero resta e crea non poche spaccature e perplessità tra gli operatori del settore turistico.


pagare si può
07/03/2016 | 10.49.09
luana

attenzione ram, pagare è semplicissimo, quando si ha la volontà!!!!non voglio difendere il sindaco o il consorzio, solamente credo che i titolari delle strutture alberghiere fanno i furbetti!!!


07/03/2016 | 7.48.24
ram

Un silienzio forte dal sindaco e il consorzio. Troppo forte.

Sappiamo che il modo per pagare la tassa a Modica è convoluto e impossibile per qualche struttura, se non avesse il software. Ma un consorzio che non debba rispondere a nessuno, e un sindaco che risponda solo alle domande che si piacciono non è un esempio di fiducia e responsabilità.


i furbetti del quuartiere
06/03/2016 | 18.11.58
luana

Per quanto riguarda Modica e i così pochi incassi c´è un´altra ipotesi: le strutture incassano ma non pagano al comune!!!


Chiedetelo al Sindaco ...
06/03/2016 | 10.13.50
Piero

L´informazione su che fine hanno fatto i soldi introitati dall´Amministrazione Comunale di Modica per la tassa di soggiorno è da chiedere al Sindaco e al Presidente (ma sopratutto al vice presidente) del Consorzio Turistico. Ritengo che tali somme non siano state destinate al Consorzio in toto ma siano state utilizzate in modo anomalo da questa amministrazione. La magistratura dovrebbe fare il suo corso!