Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1097
RAGUSA - 10/02/2016
Attualità - L’esibizione del duo ibleo sul palco dell’Ariston

Sanremo: la canzone di Giovanni Caccamo e Deborah Iurato convince ma non sfonda, mentre il look è da rivedere!

Saranno davvero assecondati i pronostici che li danno per favoriti nella serata finale? Foto Corrierediragusa.it

Tra i cantanti a rischio esclusione non ci sono Deborah Iurato e Giovanni Caccamo: nella zona rossa sono piombati Irene Fornaciari (figlia di Zucchero), Noemi, Dear Jack e Bluvertigo. Per la coppia iblea, che va quindi avanti con il festival di Sanremo, spicca un testo lirico, ma il look è decisamente da rivedere. L´attesa per l´esibizione dei due cantanti ragusani si consuma alle 21.49 quando Gabriele Garko introduce il duo e lascia loro il palcoscenico dell´Ariston. Non tradiscono emozione, almeno al primo impatto, e la canzone di Giuliano Sangiorgi fila via senza intoppi. Comincia Giovanni Caccamo con Deborah che gli dà le spalle, poi le prime note acute in cui la cantante esalta le sue doti migliori e infine in duetto per una canzone forse troppo "intellettuale" e raffinata per un festival tradizionalmente "nazional-popolare" visto che punta sui contenuti piuttosto che sulla facile musicalità. Giurie e pubblico diranno se Caccamo-Iurato asseconderanno i pronostici dei bookmakers che danno la coppia artistica ragusana favorita per la vittoria finale. Certo il primo posto appare molto lontano se si dovesse giudicare per il modo come i due si sono presentati sul palcoscenico. Del tutto inadeguata Deborah Iurato stretta in un abito lungo color viola che mal tratteggia una taglia tipicamente "meridionale" e ne evidenzia braccia e spalle abbastanza rotonde. Le applicazioni appesantiscono le braccia e l´effetto finale è quello di una ragazza che più che indossare un abito vi è calata dentro. Meglio Giovanni Caccamo nel suo semplice abito nero ma camicia da rivedere e una ripassata dal barbiere non avrebbe fatto male vista l´occasione. Ci sarà tempo, comunque per rimediare, perchè in finale estetiste, addetti all´immagine e consulenti vari riusciranno sicuramente meglio visto che peggio è difficile fare.