Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 796
RAGUSA - 21/01/2016
Attualità - Termosifoni spenti: un problema più grande ed esteso di quel che si pensava

Aule gelate nelle scuole di tanti comuni iblei: alunni anche piccoli costretti a seguire le lezioni tra i banchi al freddo con i cappotti

Le amministrazioni locali non ci fanno una bella figura Foto Corrierediragusa.it

Impreparate. Le amministrazioni locali non ci fanno una bella figura ed ancora una volta non riescono a garantire i servizi essenziali. Molto più facile perdersi in sagre, mostre, eventi e promozioni ma quando c´è da assicurare trasporti, riscaldamento, servizi primari ecco spuntare le magagne. E´ il caso di questi giorni con l´arrivo del freddo intenso e metà delle scuole iblee, soprattutto le superiori sotto la giurisdizione della ex Provincia, che accolgono studenti, docenti e personale in locali freddi se non gelati. Da Pozzallo a Modica, da Ragusa a Comiso e Vittoria. Ma basta scorrere le cronache regionali per capire che la situazione non è migliore a Palermo o a Catania. C´è evidentemente un problema di fondo che riguarda la buona amministrazione perchè non è concepibile che in pieno gennaio si debba ancora pensare a mantenere le caldaie, compare il gasolio o provvedere agli allacci. Il risultato è che gli studenti gelano e molti sono stati anche costretti a disertare le lezioni o provvedere con abbigliamento supplementare, plaid compresi. A Comiso e Vittoria ci sono poche speranze di attivare i riscaldamenti in tempi brevi perchè bisogna allacciare la tubazione alla rete metanifera. Ritardi, come puntualizza una nota dell´ex Provincia, che hanno portato al disservizio e per i quali il commissario e i dirigenti sono all´opera per uscire dalle pastoie burocratiche. A Ragusa aule fredde anche alla sede staccata del "Fermi" per un guasto alla caldaia, così come a Modica al plesso Azasi. E´ insomma una corsa contro il tempo e potrebbe anche essere che prima che si intervenga il freddo allenti la morsa e il problema si risolva naturalmente con buona pace di tutti.