Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 783
RAGUSA - 16/08/2008
Attualità - Ragusa - Nessun incidente di rilievo. Routine per i vigili del fuoco

Ferragosto tranquillo e ventoso Sampieri regina delle spiagge

Serrati i controlli della Polstrada lungo il litorale. Gettonate anche le spiagge di Marina di Ragusa, Pozzallo e Marina Marza Foto Corrierediragusa.it

Ferragosto senza problemi in provincia. L´operazione "Ferragosto sicuro" delle forze dell´ordine ha sortito gli effetti sperati. Nessun incidente di rilievo lungo le strade del litorale, anche grazie ai controlli serrati nei punti nevralgici. Come da tradizione sono state le spiagge le mete privilegiate, anche se un forte vento, soprattutto in serata, ha infastidito i villeggianti.

E’ Sampieri la spiaggia più gettonata del ferragosto ibleo. Agli antipodi Marina di Modica. Si difendono invece gli altri arenili, con in primis Marina di Ragusa, grazie anche ai tradizionali e suggestivi festeggiamenti in onore di Santa Maria di Portosalvo. Buon seguito anche alla Rambla per le selezioni di Miss Italia (nelle foto sotto). A seguire, sempre in termini d´affluenza di pubblico, Pozzallo, Marina Marza e Donnalucata. Sampieri ha però detenuto un piccolo record: migliaia di persone si sono difatti riversate lungo i due chilometri e passa di litorale nella notte tra giovedì e venerdì e per tutto il ferragosto.

Comitive di giovani attratti da musica ed intrattenimento sono arrivate non solo dall’entroterra ibleo ma anche dal calatino, l’ennese, il nisseno. La massa di persone che si sono riversate nella borgata ha mandato in tilt servizi e viabilità con vigili e personale della protezione civile impegnati per tutto il giorno e la notte a regolare gli afflussi nella borgata e la viabilità lungo la litoranea. Gli effetti di questo assalto si sono visti sulla spiaggia già della mattina di ferragosto quando i bagnanti si sono ritrovati tra tende e cumuli di immondizia.

Nella notte ferragostana la spiaggia di Sampieri, a differenza delle altre del litorale come Marina di Modica o Donnalucata, è stata una tendopoli a cielo aperto con famiglie e giovani intenti a bivacchi veri e propri. I servizi di prevenzione nonostante i tanti annunci e le riunioni preliminari da parte dei responsabili delle forze dell’ordine e degli amministratori locali non sono serviti visto che i campeggiatori hanno avuto vita facile.

Per fortuna dei bagnanti i campeggiatori hanno lasciato la spiaggia nella tarda mattinata ma il danno, soprattutto igienico sanitario, era stato già fatto e per i servizi di igiene urbana è stato superlavoro. Numerose le proteste da parte di villeggianti e frequentatori della spiaggia che sono costretti a convivere loro malgrado con inquinamento ambientale, acustico e disservizi causati da mancati controlli da parte delle autorità preposte.

Per quanto riguarda le città, Ispica è stata presa di mira la sera di Ferragosto per il concerto in piazza di Francesco Renga. Interventi di routine per i vigili del fuoco, in prevalenza impegnati a spegnere piccoli incendi di sterpaglie.


FERRAGOSTO IN ARCHIVIO, IN PARECCHI RICOMINCIANO A LAVORARE E A STUDIARE
di Laura Incremona


Non sono certo state ottimali le condizioni climatiche di questo Ferragosto 2008, ma la circostanza non ha affatto inibito le migliaia di giovani, soprattutto, che hanno animato le spiagge del 14, fino all’alba del 15 agosto. Mai così piene durante tutta l’estate, le spiagge. Feste, rave party e cene a lume di fiaccole, dalla spiaggia di Marina di Ragusa, a quella di Scoglitti. E dai lidi rivieraschi, musica disco e luci stroboscopiche. Insomma notti di divertimento per centinaia di migliaia di ragazzi. E le famiglie? Si sono organizzate con tende e barbecue per interminabili grigliate di carne e di pesce.

Più organizzati tutti coloro che possiedono le case al mare di proprietà. Terrazze, verande e balconi stracolmi di persone, amici, famiglie numerose che hanno festeggiato assieme quella che può essere considerata la fine dell’estate. Per molti sicuramente, che già da lunedì riprenderanno a lavorare. Soprattutto coloro che gestiscono attività private, hanno fatto una pausa di soli 4 giorni.

Finisce così una stagione nata all’insegna della « austerity».

E molti studenti, da domani riprenderanno a studiare per colmare i debiti formativi. Già, ci sono anche loro che a fine agosto, sosterranno gli esami di riparazione, così come si chiamavano un tempo. Estate sacrificata anche per molti ragazzi che hanno dovuto seguire le lezioni organizzate dagli istituti stessi. Magari faranno tesoro di questa esperienza durante il prossimo anno scolastico.

(Nella foto in alto la spiaggia di Sampieri e, sullo sfondo, la fornace del Pisciotto)

La premiazione della Miss Le concorrenti di Miss Italia con i consiglieri provinciali Galizia e Mandarà