Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 670
RAGUSA - 11/01/2016
Attualità - Lo dice la Governance Poll 2016 curata dal Sole 24 Ore

Tempi duri per i sindaci 5 stelle: non piacciono!

In tanti si trovano in fondo alla classifica con consensi più persi che guadagnati Foto Corrierediragusa.it

Ragusa come Parma e Livorno. E´ dura la vita da sindaco per gli eletti del M5S. Nelle tre città simbolo conquistate dal movimento di Beppe Grillo i consensi sono in discesa. Lo dice la Governance Poll 2016 curata dal Sole 24 Ore che nel suo commento a proposito di Federico Piccitto (Ragusa), Filippo Nogarin (Livorno) e Federico Pizzarotti (Parma) scrive: "Si trovano in fondo alla classifica con consensi più persi che guadagnati. Troppo banale dire che la sfida dei problemi e il confronto con la realtà sono uno specchio amaro per tutti, pure per i grillini, ma così sta andando. Questa insoddisfazione ora comincia a maturare ed è l´ostacolo più grande alla corsa verso le prossime amministrative che molti già davano vinte da Grillo". L´esame dei numeri parla chiaro perchè Federico Piccitto è all´86mo posto, ha perso il 6 per cento dei consensi raffrontando la Governance Poll 2016 con il 2015 ed è a -20.3 in meno di consensi rispetto al giorno dell´elezione. In Sicilia Piccitto precede solo Renato Accorinti di Messina e Vito Damiano di Trapani che è ultimo al 97mo posto in fatto di consensi. Il più gradito in Sicilia è Calogero Firetto che rispetto al giorno della sua elezione guadagna il 1.3 e si piazza al 20mo posto. Subito dopo Giovanni Ruvolo, 33mo posto, sindaco di Caltanissetta con un -8.6. Fa bene ma è appena 38mo, Giancarlo Garozzo, Siracusa, con il 55 per cento dei consensi. In generale la Governance Poll registra un consenso dei primi cittadini che continua a risalire , seppur in modo lento. Una inversione di tendenza che fa sperare per il ristabilimento del rapporto di fiducia tra sindaci e amministrati. Il sindaco più gradito in Italia Paolo Perrone di Lecce al 62.5 per cento del gradimento, seguito da Luigi Brugnano di Venezia, 62, terzo Matteo Ricci, 60 per ceto di Pesaro. Ultimo Peppino Vallone, 42 per cento di Crotone.