Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:57 - Lettori online 768
RAGUSA - 21/12/2015
Attualità - «Amunì» e «Siemu a peri», camminata di solidarietà il 23 dicembre

Ragusa si mobilita in beneficenza contro la fibrosi

La malattia colpisce in Italia 4 neonati a settimana. Non c’è ancora guarigione, ma grazie alla ricerca le cure allungano e migliorano la vita Foto Corrierediragusa.it

Tutti insieme contro la fibrosi cistica. L’associazione A.s.d. Amunì e Siemu a Peri di Ragusa in collaborazione con la Delegazione di Vittoria Ragusa Catania 2 della Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica- onlus, l’associazione No al Doping e alla Droga, l’Associazione Italiana per l’Assistenza ai Diabetici- onlus, la Lilt lega italiana per la lotta contro i tumori, organizzano una camminata di solidarietà dal titolo «Nel mio passo il tuo respiro» che si svolgerà tra le vie di Ragusa il 23 dicembre ore 18 con partenza da piazza San Giovanni. La manifestazione è patrocinata dall’amministrazione comunale di Ragusa, la quota d’iscrizione comprendente maglietta e pacco gara e di 5 euro. Il ricavato della manifestazione sarà devoluto alla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus per finanziare il progetto di ricerca n°20/14 Ffc adottato dalla delegazione ragusana. La manifestazione rientra nella campagna natalizia indetta dalla Ffc in tutto il territorio nazionale per promuovere attività divulgative e di sostegno a favore della ricerca in fibrosi cistica, inoltre in questo periodo dal 6 al 27 dicembre sarà attivo il servizio sms solidale al n 45506 si potrà inviare un sms da telefoni mobili al costo di 2 euro o chiamata da rete fissa al costo di 2 o 5 euro.

La Fondazione Ffc costituita a Verona nel 1997 promuove, seleziona e finanzia progetti avanzati di ricerca per migliorare la durata e la qualità di vita dei malati e sconfiggere definitivamente la malattia che colpisce in Italia 4 neonati ogni settimana, un neonato ogni 2500 è malato di fibrosi cistica. Chi nasce con la malattia ha ereditato un gene difettoso sia dal papà sia dalla mamma che sono entrambi, spesso inconsapevoli, portatori sani del gene. In Italia c’è un portatore sano ogni 25 persone circa.

«La fibrosi cistica –dice Daniele La Lota- è la malattia genetica grave più diffusa, è una malattia che colpisce molti organi, in particolare polmoni e pancreas. Ancora non c’è guarigione, ma anno dopo anno, la ricerca si avvicina alla cura definitiva. Per questo è importante sostenerla e sostenere questa manifestazione ragusana, perché chi ha la fibrosi cistica giunge in un momento in cui l’aria non basta più e la vita rallenta fino a fermarsi. La ricerca è l’unica a poter restituire il respiro e a rimettere in corsa la vita.