Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:03 - Lettori online 1513
RAGUSA - 06/12/2015
Attualità - Il gruppo ragusano al "Civile", poi presso una famiglia e con i bambini

Aiad per giornata internazionale volontariato

Per Padre Giorgio volontariato è espressione di partecipazione e solidarietà spirituale Foto Corrierediragusa.it

Una giornata ricca di appuntamenti iniziata con l’incontro nella biblioteca dell’ospedale Civile (foto), organizzato da padre Giorgio, direttore della Pastorale della Salute ma anche cappellano del presidio ospedaliero. Gianna Miceli, presidente dell’Aiad onlus e componente della Pastorale, ha parlato dell’importanza che il Volontariato riveste, facendo un excursus storico del fenomeno. Un altro momento emozionante, della Giornata, è stata la visita in casa di Enza e Pietro, dove ad accogliere padre Giorgio ed i volontari della Pastorale c’erano tantissime persone. Padre Giorgio nella sua omelia ha parlato molto del volontariato come espressione di partecipazione e solidarietà per dare al malato ed ai familiari aiuto morale, psicologico, sociale e spirituale. "Ecco perché i volontari sono persone per le quali la solidarietà è un valore centrale nella vita ed offrono la loro disponibilità a chi è in situazione di difficoltà ed ha bisogno d´aiuto. La chiesa, come vuole papa Francesco deve stare tra la gente ed occuparsi dei problemi quotidiani di chi è più fragile.» Padre Giorgio ha sottolineato che – «Maria, è stata la prima donna a fare volontariato, occupandosi di chi aveva bisogno di sostegno ed aiuto".

Infine nel pomeriggio, anche i bambini hanno partecipato, numerosi, all’iniziativa sul Volontariato organizzata dall’Aiad, in collaborazione con il club Vitality. I piccoli ed i loro genitori hanno vissuto l’evento con lo spirito di una festa che è stata ricca di momenti di intrattenimento e spettacolo. Ma la parte più interessante è stata quella della partecipazione al piccolo laboratorio per la preparazione di dolci e altri piatti utilizzando prodotti del Progetto NaturaSi, messi a disposizione, veicolando, così il messaggio dell’importanza di una sana alimentazione per salvaguardare la propria salute.