Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 1008
RAGUSA - 24/11/2015
Attualità - La proposta del Codacons

"Stato di emergenza miseria in Sicilia"

Tanasi: "Tutto questo è frutto della crisi e della cattiva politica" Foto Corrierediragusa.it

Più della metà della popolazione siciliana è povera. Francesco Tanasi, segretario nazionale Codacons dichiara: "Siciliani nel baratro: la crisi mette in ginocchio mezza Sicilia". A confermarlo sono i dati Istat del 2014 dai quali risulta che ben il 54,4% dei siciliani versa in una condizione economica di povertà. Statistiche che conferiscono all´isola il triste primato di "regione più povera di´Italia". La percentuale è altissima e costringe più di una famiglia su due a vivere in una stato di deprivazione. Sempre crescente, infatti, il numero delle persone costrette a rinunciare a cure mediche pur di garantirsi un pasto. Non si fa attendere la reazione del Codacons che attraverso Tanasi chiede al Governo regionale e nazionale di dichiarare lo Stato d´emergenza miseria in Sicilia. "La condizione in cui versano oggi la maggior parte dei siciliani è frutto della crisi e della cattiva politica - dice Tanasi - e ciò drasticamente in controtendenza rispetto a quanto si prefigge l´Unione Europea negli obiettivi di politica sociale previsti nell´ambito della strategia europea 2020".