Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 981
RAGUSA - 03/11/2015
Attualità - Numeri da record per l’affluenza al castello di Donnafugata

Effetto Montalbano e turisti a frotte!

Soddisfatto l’assessore Martorana ma non bisogna dormire sugli allori Foto Corrierediragusa.it

Ragusa piace, lo dicono i numeri e le presenze dei turisti ma si può migliorare. L´amministrazione ha buoni motivi per essere soddisfatta dei dati che provengono dall´ufficio turistico e dagli info point ma guai a cullarsi perchè c´è ancora tanta strada da fare per rendere la città e tutto il suo territorio a portata di turista. Ci sono mezzi di trasporto e comunicazioni tra i vari siti da migliorare e in alcuni casi da avviare, serve maggiore cura nei siti, a cominciare dal castello di Donnafugata dove si è registrato nonostante alcune sciatterie e poca cura dei dettagli un autentico boom. Al castello infatti sono entrate 75 mila persone nel corso dell´estate tra gruppi organizzati, comitive e individuali. Gli altri numeri parlano di quasi 16 mila turisti «censiti» nell’ufficio di Ragusa Ibla, 17 mila all’info point di piazza San Giovanni e 4 mila 600 a Marina di Ragusa. L´effetto Montalbano ha avuto un suo importante ruolo in tutto questo perchè l´immagine del commissario non è solo legata alla casa di Punta Secca come conferma una turista catanese, Luana P., 48 anni: "Ragusa ci piace, Ibla è uno scrigno, il Castello incanta ma deve essere reso più fruibile".

Stefano Martorana, assessore al Turismo, al di là di tutte le critiche che in questi mesi gli sono state recapitate anche dai banchi dell´opposizione consiliare, è soddisfatto: "La città segna un +50% rispetto allo scorso anno nell’ufficio di Ragusa centro e con un +16 per cento, invece, le presenze registrate al castello di Donnafugata. Nell’antico maniero sono transitate ben 75 mila persone e il nostro obiettivo, entro la fine dell’anno, di raggiungere quota centomila".

Tra le presenze più numerose, quelle degli italiani (9 mila 200), i francesi (2 mila 400), gli inglesi (più 81%), gli spagnoli (più 284%), gli svizzeri (più 576%). I flussi turistici hanno interessato anche le chiese, aperte grazie alla convenzione stipulata tra l’Amministrazione comunale e la Diocesi di Ragusa con 82 mila presenze censite. Anche il servizio radio Taxi (dal 1 di agosto dello scorso al 30 settembre scorso) ha fatto registrare buoni risultati con 5 mila 600 corse prenotate grazie al numero unico. Il sistema, insomma, tiene, ma è perfettibile. Alcuni turisti per esempio, hanno segnalato l´opportunità di istituire una carta cumulativa per usufruire dei mezzi di trasporto dei musei e degli ingressi ai vari siti.