Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 893
RAGUSA - 19/10/2015
Attualità - Una vicenda a dir poco assurda

Via del Melograno: cantiere tolto ma la mega buca resta!

Interviene il consigliere Chiavola Foto Corrierediragusa.it

«Nei giorni scorsi avevamo segnalato la presenza di un cantiere eterno in via del Melograno. Strano a dirsi, dopo neppure un paio d’ore dalla nostra denuncia pubblica, le transenne e quanto altro serviva a delimitare il sito oggetto di lavori erano scomparsi. Peccato, però, che non abbiano risolto la situazione. Anzi, se possibile, l’hanno pure peggiorata». E’ il senso della lamentela che arriva dal presidente dell’associazione «Ragusa In Movimento», Mario Chiavola, il quale sottolinea che non c’è traccia di asfalto e che, quindi, sulla sede stradale è rimasta una mega buca che rischia di tramutarsi in una trappola per gli automobilisti ma soprattutto i motociclisti. «Chi non s’avvede della buca, soprattutto durante le ore serali – aggiunge Chiavola – rischia di finire fuori strada, soprattutto se si tratta di qualcuno che si trova a bordo di una due ruote. E’ appena il caso di rilevare che i lavori, e ancora nessuno ci ha spiegato che tipo di intervento è stato fatto, non sono stati completati a regola d’arte, così come è facilmente rilevabile. Invitiamo l’Amministrazione comunale, che in questi giorni è impegnata a risistemare alcuni tratti di strade della nostra città, a riservare un paio di badilate d’asfalto, perché tanto ci vorrà, anche su via del Melograno al fine di chiudere una vicenda che sta rischiando di diventare incredibile come, tra l’altro, non mancano di mettere in rilievo i residenti della zona che ci hanno segnalato l’anomalia. Oppure, se ciò non sarà possibile, meglio rimettere le transenne. Sempre meno pericoloso di avere a che fare con una buca del genere».

Nella foto la mega buca di via del Melograno