Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1023
RAGUSA - 10/10/2015
Attualità - Battaglia vinta dalle imprese di carrozzeria

Auto incidentata? Il carrozziere me lo scelgo io!

Il legislatore ha accolto le richieste che arrivavano dal mondo produttivo Foto Corrierediragusa.it

Imprese di carrozzeria, la prima battaglia è stata vinta. A darne comunicazione il presidente provinciale Servizi alla comunità della Cna, Vincenzo Canzonieri (foto), con il responsabile provinciale, Giorgio Stracquadanio. Infatti, nel nuovo disegno di legge sulla concorrenza approvato alla Camera, grazie agli interventi della Cna – e di altre organizzazioni – è stata ottenuta una prima significativa vittoria: è stata cancellata la condizione più odiosa, quella che prevedeva di far riparare l´auto incidentata ad una carrozzeria convenzionata con una compagnia assicurativa (carrozzeria convenzionata). Il legislatore ha accolto le richieste che arrivavano dal mondo produttivo e cioè la facoltà per tutti gli assicurati di ottenere il risarcimento integrale della riparazione del proprio mezzo rivolgendosi al carrozziere di fiducia. «Inoltre – dicono ancora Canzonieri e Stracquadanio – la scatola nera dovrà essere installata a spese delle compagnie assicurative, le stesse non si possono rifiutare o non possono eludere di contrarre polizze. Rischiano sanzioni fino a 15mila euro. Sempre le compagnie assicurative dovranno applicare uno sconto significativo a chi contrae più polizze assicurative e agli automobilisti che non hanno incidenti da un quinquennio, che montano la scatola nera e che vivono in aree dove il costo della polizza è più elevato. Sarà applicato uno sconto che si dovrà allineare al costo medio della polizza nelle altre regioni». La Cna annuncia che continuerà a vigilare e a intervenire affinché al Senato la norma non sia modificata.