Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 854
RAGUSA - 10/10/2015
Attualità - Grave lutto per il neo Vescovo della diocesi di Ragusa

E´ morta la madre di Monsignor Cuttitta

Tutti i fedeli si stringono al dolore del presule Foto Corrierediragusa.it

A meno di due giorni dalla nomina a Vescovo della diocesi di Ragusa, un grave lutto ha colpito monsignor Carmelo Cuttitta (foto) e la sua famiglia. E´ venuta a mancare la mamma del presule, originario di Godrano, nel Palermitano. Tutti i fedeli in questo momento si stringono al dolore del Vescovo. "Vengo a voi per annunciarvi la gioia del Vangelo che riempie il cuore e la vita intera di coloro che si incontrano con Gesù: nell´annuncio della Buona Novella intendo ispirarmi al Beato Giuseppe Puglisi che ci è modello per la sua testimonianza martiriale, che ho conosciuto quando era parroco di Godrano". Questo il primo messaggio alla diocesi di Ragusa del neo vescovo Carmelo Cuttitta. "Il mio pensiero si rivolge ai fratelli di altre religioni o di altre confessioni e agli uomini e donne di buona volontà: troverete - prosegue - nel Vescovo un amico e un fratello, desideroso di incontravi, di conoscervi, di condividere con voi un tratto di strada". "Abbiamo un cammino da compiere insieme - prosegue - Viviamo in un tempo assai complesso e pieno di difficoltà a causa del clima culturale che respiriamo e delle difficoltà che tante famiglie sperimentano nell´attuale congiuntura sociale ed economica. La nostra Chiesa possiede risorse spirituali e morali capaci di testimoniare la presenza del Signore in mezzo a noi e di rigenerare un tessuto di comunione e di solidarietà attraverso la vicinanza e la solidarietà".

L´annuncio del nuovo vescovo è stato dato in contemporanea allo scoccare del mezzogiorno nella cattedrale di S. Giovanni nel capoluogo ibleo e nell´Arcidiocesi di Palermo dove Mons. Cuttitta ha svolto le funzioni di vescovo ausiliario. E´ stato Don Paolo La Terra a leggere in cattedrale davanti ad un gran numero di fedeli il documento con il quale Papa Francesco ha nominato il nuovo vescovo quale successore di Mons. Paolo Urso, dopo 13 anni di diocesi, che ha ascoltato con contenuta emozione le parole del messaggio papale. Mons. Urso ha retto le sorti della diocesi iblea per quattro anni, essendosi insediato il 12 aprile del 2002. Urso ha presentato le sue dimissioni nello scorso mese di aprile per motivi anagrafici in ottemperanza a quanto previsto dal Codice di diritto canonico. Da oggi Mons Urso assume la funzione di amministratore apostolico con i diritti e doveri del vescovo diocesano in attesa dell´insediamento di Mons. Cuttitta che si prevede per la prossima settimana, poi, presumibilmente tornerà ad Acireale, sua città natale. Nel corso della cerimonia il nuovo vescovo ha fatto recapitare un messaggio alla diocesi in cui mons. Cuttitta ha annunciato la piena collaborazione con la realtà locale e manifestato il peso della responsabilità a cui viene chiamato, affidandosi alla Madonna, «nella ricerca costante del volto del Signore». Prima di concludere la cerimonia mons. Urso ha impartito la benedizione e salutato tutti i presenti.

CHI E´ MONSIGNOR CARMELO CUTTITTA
E´ nato da una famiglia di cattolici praticanti, ha compiuto gli studi per la preparazione al sacerdozio presso la Pontificia facoltà teologica San Giovanni Evangelista, come alunno del seminario maggiore di Palermo.
Il 10 gennaio 1987 l’arcivescovo di Palermo, il cardinale Salvatore Pappalardo, lo ha ordinato sacerdote. In arcidiocesi svolge vari incarichi: vice rettore del seminario maggiore San Mamiliano, assistente diocesano dell’Azione cattolica giovani, vice parroco presso la parrocchia sant’Atanasio a Ficarazzi, segretario particolare dell’arcivescovo di Palermo. Nel 1996 è nominato parroco della parrocchia San Giuseppe Cottolengo e dal 2004 commissario arcivescovile della Congregazione degli Angeli (ente della scuola cattolicaSanta Lucia). Svolge altri vari incarichi come membro della Commissione liturgica diocesana e consulente ecclesiastico della pastorale familiare. Fa parte della commissione diocesana per la canonizzazione di don Pino Puglisi. È stato uno dei preparatori del Convegno ecclesiale di Verona della Chiesa italiana.

Dal 1991 è segretario aggiunto in seno alla Conferenza Episcopale Siciliana.
Dal 1997 è membro del Consiglio presbiterale e dal 2002 membro del Collegio dei Consultori. Dal 2004 è cappellano di Sua Santità con titolo di Monsignore. Il 28 maggio 2007 papa Benedetto XVI lo nomina vescovo titolare di Novi e ausiliare dell’arcidiocesi di Palermo. Viene consacrato vescovo nella basilica-cattedrale di Palermo dall’arcivescovo di Palermo Paolo Romeo il 7 luglio 2007. Dopo la nomina a vescovo diviene segretario generale Conferenza episcopale siciliana