Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1223
RAGUSA - 12/09/2015
Attualità - E’ voluto dal Vo.cri, volontariato cristiano, ed è partito già lo scorso anno

A Ragusa riparte il progetto "Il pane ai bisognosi"

Lo scorso anno la distribuzione che coinvolge 20 panifici e 40 volontari, ha registrato numeri record Foto Corrierediragusa.it

Il pane ai più bisognosi. Riparte il progetto che prevede la distribuzione gratuita di generi di prima necessità ad oltre trecento famiglie ragusane che vivono in condizioni di povertà. Il progetto «Il pane del giorno dopo» voluto dal Vo.cri – volontariato cristiano – riprende da dove è partito.
Lo scorso anno, infatti, la distribuzione che coinvolge 20 panifici e 40 volontari, ha fatto registrare numeri da record: 10 mila chilogrammi di pane distribuito e 8 mila «pezzi» di rustici. Nel 2015, dal mese di gennaio fino al 30 di luglio, i volontari hanno distribuito 6843 chilogrammi di pane e 9830 rustici. Trecento le famiglie censite e quaranta i cittadini ragusani che ogni giorno, dalle 10,30 alle 12, bussano alle porte della casa di prima accoglienza Sant’Angela Merici in via Sortino Scribano nel centro storico di Ragusa superiore.

"Il nostro ringraziamento va rivolto ai panifici della città e ai tanti volontari che hanno creduto nel nostro progetto di solidarietà – spiega Salvatore Criscione, presidente del Vo.cri –; la città è stata suddivisa in 4 aree, con la raccolta del pane che avviene al mattino, e la consegna direttamente della nostra sede. Gli operatori allo sportello hanno il compito di censire la famiglia o il singolo fruitore attraverso la dichiarazione Isee che attesta la situazione economica".