Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 921
RAGUSA - 06/09/2015
Attualità - La nuova sanità iblea

"Maggiore" potenziato. Comiso no profit?

Intanto all’ospedale modicano non accennano a diminuire i disservizi Foto Corrierediragusa.it

Psichiatria ed infettivologia avranno come riferimento l’ospedale «Maggiore» di Modica per eliminare i reparti doppioni, accorciare i tempi e le liste di attesa e rendere un servizio più aderente alle esigenze degli utenti. E’ la nuova sanità iblea annunciata dal manager dell’Asp 7 Maurizio Aricò (foto). Modica farà quindi parte del polo ospedaliero ibleo, rinnovato e snellito, che vedrà il suo punto di riferimento in Ragusa con il nuovo monoblocco ospedaliero del «Giovanni Paolo II», e al quale si aggiungerà pure Vittoria con il «Guzzardi», che non sarà declassato, a cominciare dal fiore all’occhiello del reparto di ortopedia. Una nuova linea condivisa da tutti gli attori della sanità, a cominciare da primari e medici vari. Intanto qualche problema continua a registrarsi all’ospedale «Maggiore» di Modica, con tempi di attesa lunghi al pronto soccorso e altri disagi vari. Ma la situazione dovrebbe migliorare a breve.

Intanto la scorsa settimana il fondatore di Emergency Gino Strada ha visitato, insieme all´assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi, l´ospedale di Comiso «Regina Margherita». La sua idea è di farne un ospedale «no profit» gestito totalmente dalla sua organizzazione ed aperto a tutti, non solo ai migranti come si era ipotizzato in un primo momento. Gino Strada ha visitato la struttura ospedaliera, oltre che con Gucciardi, anche col presidente della commissione Sanità all´Ars, Pippo Digiacomo, col direttore generale dell´Asp 7, Maurizio Aricò e con il sindaco di Comiso, Filippo Spataro.


daro delle ore gratis
07/09/2015 | 12.06.40
papapinga


Sono un medico dell azienda.

Ottima idea l ospedale no profit per tutti gli indigenti. Fossero solo due ore al mese ma vorrei darle gratuitamente per questo scopo. Invito i colleghi ed i paramedici a fare lo stesso.