Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 447
RAGUSA - 03/09/2015
Attualità - Saranno sostituiti 1.400 corpi iluminanti, bolletta più leggera di 220 mila euro l’anno

Pubblica illuminazione a led, Ragusa risparmia

I primi interventi in via Risorgimento, Paestum, Archimede, Colajanni, Mongibello, via della Costituzione, La Pira e Forlanini
Foto Corrierediragusa.it

Risparmio energetico con i nuovi corpi illuminanti a led. Secondo una stima attendibile i costi per illuminare strade e edifici pubblici scenderanno del 60 per cento facendo risparmiare 220 mila euro l´anno. L´appalto per l´affidamento delle opere di riqualificazione energetica è stato affidato e prevede la sostituzione delle lampade a vapori di mercurio, attualmente installate, con apparecchi Led di ultima generazione, caratterizzati da potenze ridotte di oltre il 60%, elevate efficienze luminose e ridotti oneri di manutenzione. Saranno sostituiti in tutto di circa mille 400 corpi illuminanti, dislocati in oltre 40 arterie cittadine, tra cui via Risorgimento, via Paestum, via Archimede, via Colajanni, via Mongibello, via della Costituzione, via La Pira e via Forlanini.

Secondo quanto previsto nel bando, i lavori si concluderanno entro 5 mesi dalla consegna. «Un intervento - afferma l´assessore ai lavori pubblici, Salvatore Corallo – che unisce al concreto risparmio energetico e, di conseguenza, economico, un deciso incremento della capacità di illuminazione in diverse strade della città ed una riduzione decisa dell´inquinamento luminoso derivante dall´abbattimento delle dispersioni di luce verso l´alto. Un altro aspetto interessante, riguarda altresì la netta riduzione, per i nuovi corpi illuminanti, degli oneri di manutenzione, con un conseguente abbassamento delle spese finora sostenute, in questo senso, dall´Ente".