Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1336
RAGUSA - 02/09/2015
Attualità - Lo stato dell’arte dell’iter del progetto

Raddoppio Ragusa Catania, tutto bene

Si attende la firma del ministro Padoan che sarà apposta entro un paio di settimane Foto Corrierediragusa.it

«Che fine ha fatto il progetto di finanza per la realizzazione del raddoppio della camionale Ragusa-Catania?» Esordisce così il Presidente dell’Ance Ragusa Sebastiano Caggia, al termine di una intensa attività di ricognizione sullo stato dell’arte dell’importate arteria congiuntamente portata avanti con i Componenti del Comitato ristretto, Gurrieri, Ingallinera e Sica, che da più di un decennio stanno monitorando il lungo iter che dal bando di gara ci ha portato alla stipula della convenzione. "Così - spiega Caggia - abbiamo interessato i nostri canali palermitani che ci confermano, e non ne avevamo alcun dubbio, che l’iter della procedura, certamente farraginosa e lenta, sta proseguendo correttamente e che a giorni il Ministro Padoan firmerà il relativo Decreto dando avvio ad una nuova fase, più snella e celere, che farà intravedere - conclude Caggia - l’inizio dei lavori".

Intanto la senatrice Venerina Padua, dopo aver sentito telefonicamente il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio, ha ottenuto ulteriori rassicurazioni, da quest’ultimo, sul fatto che le procedure per la realizzazione del raddoppio della Ragusa-Catania stanno andando avanti così come concordato al tavolo romano del 13 maggio scorso. "Era già notorio - dice la Padua - che per lo sblocco delle numerose e complesse fasi di questa particolare tappa del progetto si attendesse la firma del relativo decreto da parte del ministro dell’Economia Padoan. Lo stesso Delrio ritiene che la firma potrà essere apposta nel giro di un paio di settimane. E se ciò non dovesse accadere Delrio mi ha assicurato che provvederà lui personalmente a sollecitare il collega Padoan con la consapevolezza che le procedure finora portate avanti non possono definirsi semplici - conclude la senatrice - ma si è comunque su quella che si può definire una buona via".