Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 728
RAGUSA - 30/08/2015
Attualità - Lo spettacolo pirotecnico sul ponte S. Vito ha chiuso la giornata della festa

Il patrono S. Giovanni ha coinvolto tutta la città

"Andare avanti e non avere paura", il vescovo Paolo Urso ha parlato della testimonianza del Battista nella sua omelia Foto Corrierediragusa.it

Una lunga processione ha accompagnato il simulacro di S. Giovanni lungo le vie principali del centro storico. Migliaia di fedeli hanno seguito nella preghiera la statua del patrono e l´Arca Santa tenendo in mano i ceri.Non ci sono stati intoppi nel procedere della processione se non per le fermate previste e anche le polemiche per la non programmata sosta davanti all´ospedale Civile sono state superate. La processione è stata poi accolta sul sagrato della Cattedrale dal vescovo, Mons. Paolo Urso (nella foto), che ha rivolto il saluto alla città. Quindi la celebrazione religiosa presieduta dal parroco Don Girolamo Alessi ed animata dalla corale della Cattedrale. Lo spettacolo pirotecnico di mezzanotte sul ponte S. Vito ha chiuso una festa nel segno della tradizione, caratterizzata dalla devozione e dalla grande partecipazione. tutto il centro storico si è animato fino a tardi con locali e ritrovi pieni, molto frequentate anche le bancarelle della Fiera di S. Giovanni che quest´anno hanno avuto una diversa collocazione attorno a piazza Libertà.

Il messaggio del vescovo è stato racchiuso nell´omelia pronunciata nel corso della messa del mattino davanti ad una chiesa gremita e alla presenza di tutte le autorità civili e militari della città nel corso della messa delle 11. Mons. Urso ha richiamato la testimonianza di S. Giovanni ed ha invitato tutti a non avere paura: "La paura ha un doppio volto: esiste una paura sana, che ci permette di capire quello che non funziona, e una paura negativa, che invece ci blocca. Il profeta va avanti, portando a termine quello in cui crede, senza avere paura di essere ucciso. Guardiamo quindi la testimonianza del Battista e non abbiamo paura di non poter riuscire a risolvere i nostri problemi, perché se si ha fede, il Signore, insieme alla Vergine santissima, ci aiuteranno, dandoci la forza per andare avanti".