Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 656
RAGUSA - 21/08/2015
Attualità - Interviene il consigliere comunale Chiavola

Telefoni muti a S. Giacomo da 20 giorni: grave disservizio

La Telecom, sebbene informata, non ha ancora risolto nulla Foto Corrierediragusa.it

«Telefoni muti a San Giacomo. Un grave disservizio per i residenti e i titolari di attività produttive di una vasta zona della frazione rurale. Un fatto ancora più paradossale perché alcuni residenti, sebbene il telefono non funzioni, possono contare regolarmente sulla piena operatività dell’Adsl». E’ la denuncia che arriva dal consigliere comunale del Pd Mario Chiavola (foto) che ha raccolto decine di segnalazioni a questo proposito, la maggior parte proprio nelle ultime ore. «Tra l’altro – afferma Chiavola – mi dicono che la Telecom, società che gestisce il servizio di telefonia, è a conoscenza del guasto già da qualche giorno ma, pur avendolo rilevato, non è stata in grado di intervenire nella maniera corretta. Si tratta di un disagio molto pesante perché, soprattutto per le aziende, dovere fare i conti con l’impossibilità di un contatto telefonico diretto è un limite molto pesante. Disagi, naturalmente, anche per i privati che non possono utilizzare al meglio le linee. Inutile dire che, pure a fronte del pagamento di un canone per un servizio non reso, i cittadini di San Giacomo stanno mantenendo il loro proverbiale aplomb anche se è ovvio che si tratta di una situazione che non può durare ancora a lungo.

Per questo motivo, dopo i vari tentativi andati a vuoto, chiediamo con forza e in via ufficiale l’attivazione di tutti i canali indispensabili per risolvere questo problema che si è verificato a cominciare dall’ultimo violento temporale abbattutosi sulla nostra zona. E, da quel momento in poi, le linee del telefono sono rimaste mute. E’ chiaro che c’è un nesso tra i due eventi. Ma nessuno, in casa Telecom, almeno finora, è riuscito a risolvere qualcosa. Nessuno - conclude Chiavola - è dunque riuscito a cavare un ragno dal buco».