Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 852
RAGUSA - 14/08/2015
Attualità - Eppure la Sicilia risulta essere la terza regione per quantità di risorse ricevute

Pochi soldi per le scuole iblee: perchè?

I progetti proposti dalle singole amministrazioni non sono stati quindi ritenuti credibili Foto Corrierediragusa.it

Poco meno di tre milioni e mezzo di euro per tre edifici scolastici iblei. Una porzione modesta nell´ambito dei finanziamenti concessi dal governo per il miglioramento dell´edilizia scolastica. Modesto anche il numero se si guarda al triennio 2015-2017 perchè saranno in tutto sette i finanziamenti concessi. Eppure in tutti i comuni iblei ci sono emergenze, come per esempio l´eclatante caso del palazzo degli studi di Modica, sede del glorioso liceo classico (foto). I progetti proposti dalle singole amministrazioni non sono stati quindi ritenuti credibili perchè a fronte di un finanziamento totale in Sicilia di 77 milioni solo 3 milioni 430 mila euro arriveranno tra Ragusa, Comiso e Vittoria. Nel dettaglio 2 milioni per la costruzione di una nuova scuola materna a Comiso, 799 mila euro per una scuola dell´Infanzia a Vittoria e 630 mila euro per il plesso di via IV Novembre dell´istituto Schininà nel capoluogo. Per i prossimi tre anni sono stati previsti 175 interventi per un totale di 106 milioni di euro. I fondi, contenuti nella programmazione nazionale per l´edilizia scolastica per il triennio 2015-2017, cercheranno di colmare una carenza strutturale che vede il 60 per certo dell´edilizia scolastica siciliana in uno stato di precarietà.

Con i 77 milioni di euro assegnati subito per 120 progetti, e che dovrebbero essere sufficienti a coprire il primo anno della programmazione, la Sicilia risulta essere la terza regione per quantità di risorse ricevute, preceduta soltanto da Lombardia (120 milioni per 91 progetti) e Campania (84 milioni per 50 progetti).