Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 719
RAGUSA - 12/08/2015
Attualità - Tre tipologie, sono posizionati in luoghi strategici della città

A Ibla e centro storico Ragusa nuovi pannelli turistici

Tutti i pannelli fissi sono forniti di QrCode, che consentirà ai visitatori di farsi guidare attraverso Google Maps e di avere informazioni integrativi Foto Corrierediragusa.it

Pannelli turistici nuovi (nella foto) per il centro città e Ibla. In questi giorni si procede all´installazione di 100 pannelli, il cui costo è stato finanziato coni fondi di un bando europeo. Ad aggiudicarsi la gara per la fornitura e l’installazione dei pannelli e della segnaletica è stata un´azienda di Bergamo, mentre un´altra gara è stata fatta per la realizzazione dei contenuti turistici e l’ideazione grafica dei pannelli a contenuto fisso, aggiudicata ad un´altra azienda in collaborazione con il fotografo certificato Google, Gianfranco Guccione. Tre sono le tipologie dei pannelli turistici a contenuto fisso posizionati in luoghi strategici del centro storico di Ragusa Ibla e Ragusa Superiore: i pannelli di tipologia A hanno carattere informativo (mappa, monumenti, informazioni di pubblica utilità); quelli di tipologia B indicano specifici percorsi turistici nell’ambito dei quali vengono individuati i monumenti presenti nel percorso, i tempi di percorrenza e le distanze; i pannelli di tipologia C sono posizionati davanti ad ogni singolo monumento riportandone la descrizione. In fase di installazione si sta provvedendo anche alla bonifica della segnaletica precedente.

Tutti i pannelli fissi sono forniti di QrCode, che consentirà ai visitatori di farsi guidare attraverso Google Maps e di avere informazioni integrative.
Sono state aggiornate le informazioni relative ai siti di interesse turistico e completate quelle carenti, soprattutto attraverso il posizionamento di tabelle identificative anche su monumenti precedentemente privi di segnaletica. L’inserimento dei tempi di percorrenza darà poi ai turisti tutte le informazioni necessarie per raggiungere a piedi i siti di interesse. Una particolare attenzione riguarda i monumenti inseriti nel Piano di Gestione Unesco, chiaramente identificabili sia sulle mappe che sui percorsi pedonali, allo scopo di facilitarne la fruizione da parte dei turisti, che potranno beneficiare anche dell’apertura delle chiese ottenuta grazie al protocollo tra il Comune e la Diocesi.