Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 1031
RAGUSA - 06/08/2015
Attualità - E’ stata già avvistata a Tripoli e nell’isola di Malta

La mega medusa di 50 chili arriva sulle coste iblee?

Scienziati e ricercatori lanciano un allarme Foto Corrierediragusa.it

Ha già fatto la sua comparsa a pochi metri dalle battigie di Tripoli e dell´isola di Malta e arriverà nei prossimi giorni nei pressi delle coste iblee. Si tratta della maxi medusa, nota in ambito scientifico come "Rhopilema nomadica" (foto), una medusa urticante che forma banchi enormi e in Israele, negli ultimi anni, ha provocato enormi danni al turismo, ma anche a impianti di desalinizzazione e centrali elettriche. All´origine di questa possibilità ci sono le temperature del Mediterraneo, sempre più simili a quelle di un mare tropicale, e l´ampliamento del canale di Suez. Il rischio è quello di ritrovarci in mare grandi meduse che possano misurare fino a mezzo metro e che possano pesare anche 50 chili.

Scienziati e ricercatori lanciano un allarme, perché negli ultimi quarant’anni s’è verificato un cospicuo incremento di creature marine nel Mediterraneo le quali, nel passato, non hanno mai «abitato» le acque del «Mare Nostrum». Molte di queste specie risultano nocive per l’habitat e minacciano la salute, mentre altre fagocitano famiglie ittiche nutrienti per la catena alimentare umana.