Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 300
RAGUSA - 18/07/2015
Attualità - Esprimono soddisfazione i componenti del gruppo "Vogliamo strade non trazzere"

Ragusa: rifacimento strade, ma è polemica

Interventi parziali con il metodo delle "strisce" sulle arterie più trafficate Foto Corrierediragusa.it

La ripavimentazione delle strade urbane fa discutere. se il gruppo "Vogliamo strade non trazzere" si dichiara contento per l´accoglimento di alcune richieste da parte dell´amministrazione, grazie al rifacimento del manto stradale di via dell’Olivo, nella parte alta della città, critiche arrivano per la parzialità delle manutenzioni. Il consigliere Elisa Marino non è infatti contenta di come si è provveduto in via Archimede (nella foto) e dice : "C’era molto attesa per la ripavimentazione di questa che si può considerare una delle arterie principali e più trafficate della città e che, ormai da qualche anno, stava facendo i conti con avvallamenti e buche. La parte alta di via Archimede, però, è stata asfaltata, così come sta succedendo nel resto della città, con la tecnica della striscia nel tratto ammalorato, lasciando andare quello che, invece, sembra meno peggio e che, però, tra qualche tempo, si ritroverà in condizioni precarie. Questo significa che, non essendo stato passato l’asfalto in maniera uniforme su tutta la sede stradale, alle prime piogge d’autunno ci ritroveremo con una situazione simile, se non peggiore, a quella del recente passato.

Quindi, più che alla ripavimentazione, l’Amministrazione comunale sta procedendo ad una sorta di operazione di rattoppo, estesa per quanto si voglia ma sempre rattoppo è. Considerato che sono state spese ingenti somme dei cittadini ragusani, mi chiedo: ma non era meglio fare in modo che la ripavimentazione risultasse a regola d’arte in alcune zone della città piuttosto che intervenire ovunque ma in una maniera che risulta pressoché precaria?"