Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 769
RAGUSA - 13/07/2015
Attualità - L’emergenza rifiuti negli Iblei

Chiusura discarica Ragusa: riunione con i sindaci

Preso atto che Cartabellotta temporeggia, per il sindaco di Ragusa è giunto il momento di preoccuparsi Foto Corrierediragusa.it

Chi autorizzerà la proroga di utilizzo della discarica di Cava dei Modicani per i prossimi 18 mesi? Per l´assessorato al territorio e ambiente tocca al commissario Dario Cartabellota (foto) firmare l´ordinanza al più presto in modo da scongiurare la chiusura dell´impianto, che è prevista per mercoledì 22. Il commissario è ancora fuori sede e ha manifestato alcune perplessità pur se ha confermato che approfondirà la questione. A tal proposito Cartabellotta ha indetto per giovedì 16 luglio alle ore 12,30 una riunione con i sindaci dei comuni di Ragusa, Giarratana, Chiaramonte Gulfi, Monterosso Almo, il commissario dell’Ato Ambiente, il presidente del collegio dei Liquidatori e il presidente della Srr per affrontare le problematiche concernenti il progetto di modifica del piano di coltivazione e il relativo incremento della capacità di abbancamento della discarica di Cava dei Modicani di Ragusa. «Non intendo sottrarmi al mio ruolo – dice Cartabellotta – e verificare tutto l’iter giuridico e tecnico per addivenire ad una soluzione legittima per evitare la chiusura della discarica».

Il caso discarica è stato anche oggetto di confronto in Prefettura dove sono convenuti quanti hanno in qualche modo competenza, comune, Arpa, ex provincia. Uno dei nodi da sciogliere sarebbe la realizzazione della quarta vasca che allungherebbe di molto la vita della discarica scongiurando emergenze varie. L´ordinanza di proroga dell´impianto in questo caso consentirebbe di mettere in cantiere il progetto che, tuttavia, non è ben visto dall´attuale amministrazione. Intanto Ragusa e i comuni montani che scaricano a Cava dei Modicani attendono una risposta perchè potrebbero ritrovarsi in piena emergenza tra quasi due settimane se l´impianto ibleo sarà chiuso e bisognerà conferire i rifiuti nella discarica di Motta S. Anastasia con oneri connessi. Sonia Migliore ha rivolto un invito pressante al sindaco per evitare l´emergenza: "Rivolgo l´invito al sindaco di Ragusa di emanare l´ordinanza di contingibilità e urgenza al posto di Cartabellotta.

La legge prevede che queste decisioni possano essere prese dal presidente della Provincia (in questo caso il commissario straordinario), dal sindaco e dal presidente della Regione. Preso atto che Cartabellotta temporeggia, per il sindaco di Ragusa è giunto il momento di preoccuparsi davvero della propria città e assumersi la responsabilità di una scelta amara, ma necessaria. Contestualmente il primo cittadino dovrebbe prevedere il reintegro del progetto per la quarta vasca a Cava dei Modicani all´interno del Piano Triennale delle Opere pubbliche in modo che, insieme al programma per la differenziata spinta, la nostra città possa diventare nuovamente indipendente sul piano del conferimento dei rifiuti».