Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 591
RAGUSA - 02/07/2015
Attualità - La decisione è stata comunicata al sindaco da parte di rete Ferroviaria Italiana

Da oggi chiude il passaggio a livello di via Paestum

La notizia ha messo in subbuglio amministrazione e consiglieri comunali Foto Corrierediragusa.it

Il passaggio a livello di via Paestum è chiuso da oggi. La decisione è stata comunicata al sindaco da parte di rete Ferroviaria Italiana, Rfi, che ha confermato «l’ improcrastinabile necessità di chiusura» del passaggio a livello, non intravedendo una soluzione alternativa alla soppressione e rendendosi comunque disponibile a realizzare a proprie spese gli interventi di segnaletica verticale ed orizzontale strettamente connessi alla soppressione. La notizia ha messo in subbuglio amministrazione e consiglieri comunali ed anche i residenti sono sul piede di guerra. Già un anno fa sia l´amministrazione sia un comitato spontaneo avevano scongiurato la chiusura annunciata del passaggio a livello dopo proteste ed impegni per approntare un progetto fattibile e credibile per consentire l´attraversamento dell´importante arteria. Nulla è stato fatto in questo lasso di tempo e la chiusura del passaggio a livello sembra ormai ineluttabile. il sindaco ha convocato di gran corsa una conferenza di servizio e la conferenza dei capigruppo per cercare di trovare una via d´uscita.

I capigruppo consiliari hanno condiviso l’azione dell’amministrazione comunale finalizzata a riportare Rfi ad un tavolo immediato di confronto e di lavoro, intraprendendo azioni tese a trovare la collaborazione con Rfi per ricercare soluzioni comuni e condivise rispetto alla piena messa in sicurezza del passaggio a livello, che oggi lavora con 4 corse giornaliere rispetto alle 12 di qualche anno fa. Convocato anche il consiglio comunale per oggi stesso ma si doveva accelerare prima e proporre un progetto alternativo a Rfi che ora non intende più recedere visto che attende da un anno inutilmente che qualcuno da Ragusa si faccia vivo con una proposta credibile.