Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 804
RAGUSA - 12/06/2015
Attualità - I locali sono già operativi

Estate nuova, fracassoni vecchi: movida e polemiche

Le prime segnalazioni sono arrivate in Questura da Pozzallo, Sampieri, Donnalucata e Scoglitti e la macchina dei controlli si è già messa in moto Foto Corrierediragusa.it

Arriva l´estate e porta con sè il caso mai risolto compiutamente della convivenza di locali di ritrovo e chalet con le esigenze di residenti e villeggianti. Nelle località marinare infatti hanno già cominciato ad operare a pieno ritmo, soprattutto nei fine settimana, i locali con tanto di intrattenimento musicale con musica sparata ad alto volume. Le prime segnalazioni sono arrivate in Questura da Pozzallo, Sampieri, Donnalucata e Scoglitti e la macchina dei controlli si è già messa in moto prima che la musica "esploda" in modo incontrollato. Le amministrazioni dal loro canto non hanno ancora emanato alcuna ordinanza specifica sulla regolamentazione degli orari di chiusura dei locali e per l´intrattenimento musicale. I controlli sono già scattati nelle zone più sensibili ed in particolare a Pozzallo e Sampieri luoghi di ritrovo dei giovani dove i titolari dei locali hanno già stilato programmi ben dettagliati per tutta l´estate.

I controlli hanno portato alla segnalazione all’autorità giudiziaria del titolare di uno chalet perchè l’attività di trattenimento danzante veniva effettuata, oltre che in assenza del titolo di polizia, anche senza la prescritta preventiva verifica dei requisiti di agibilità della struttura da parte dalla commissione di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo. Gli agenti saranno impegnati ad ampio raggio in ambito provinciale e per l’intera stagione estiva, allo scopo di far osservare le limitazioni imposte dalle leggi e dai regolamenti, verificare il rispetto delle prescrizioni imposte e prevenire e stroncare sul nascere ogni situazione di illegalità o condotta illecita. Anche perchè il mancato rispetto delle normative in vigore è fonte di allarme sociale sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica.