Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 865
RAGUSA - 17/07/2008
Attualità - Ragusa - La conferma giunta da Palermo sul porto turistico

Dalle stelle alle alghe. A Marina lavori prorogati a settembre

Ma i disagi continuano a disturbare l’estate dei villeggianti Foto Corrierediragusa.it

Dalle stelle alle alghe! Sgradevole sorpresa per tutti i villeggianti del lungo mare Bisani a Marina di Ragusa, in corrispondenza del costruendo porto turistico. A causa dei lavori, adesso sospesi, i cumuli di alghe diventano sempre più alti e sempre più maleodoranti a causa della putrescenza. Ad ogni piccola mareggiata tonnellate di alghe si depositano a ridosso della scogliera fino a qualche anno fa meta di bagnanti amanti del litorale scoglioso.

Ma il problema più grosso è per i residenti dei due mesi estivi, che appena aprono le finestre, sentono tutt’altro che il gradevole odore del mare. Le dichiarazioni di alcuni di loro, non sono delle più entusiaste. « sono finiti i bei tempi in cui o si faceva una passeggiata per respirare a pieni polmoni lo iodio, o ci si poteva sedere in veranda.» Queste alcune delle testimonianze.

«Per non parlare della polvere e della sabbia che da tre anni non fanno altro che invadere le nostre abitazioni a causa dei lavori del porto. Rumore, polvere, catrame anche sull’asfalto e disagi nella viabilità.» E queste altre. Per non parlare della sparizione della antica spiaggia denominata « scalo trapanese». La signora P. M sostiene infatti: « 30 anni fa, abbiamo avuto la fortuna di potere realizzare qui una casa di villeggiatura che era sul mare, e che a poche decine di metri aveva la spiaggia. Non dovevamo ricorrere ad alcun mezzo di trasporto per andare a spiaggia. Oggi invece, con tutti i disagi per entrare a Marina di Ragusa che è diventata sempre più irraggiungibile, dobbiamo armarci di buona volontà ed arrivare dall’altra parte del lungo mare per fare un bagno. Ed a piedi non se ne parla, io e mio marito abbiamo una certa età e non possiamo camminare molto a piedi sotto il sole cocente.»

Certo, non sono dello stesso avviso le centinaia di diportisti che, tra pochi mesi, vedranno realizzarsi il loro sogno: un porto con tutti i comfort.

Intanto l´Assessorato regionale al Turismo ha prorogato al 30 settembre prossimo il termine per l´esecuzione dei lavori di completamento del Porto turistico di Marina di Ragusa mentre viene confermata la necessità del rispetto del termine del 31 dicembre 2008 per la presentazione alla Commissione Europea della rendicontazione dei lavori dell´importante opera pubblica.

Assicurazione in tale senso è stata fornita a Palermo, nella sede dell´Assessorato Regionale al Turismo, al sindaco Nello Dipasquale, accompagnato dal Dirigente del Settore Gestione infrastrutture, Michele Scarpulla, dall´Assessore Titti Bufardeci e dal Direttore Generale dello stesso assessorato, Pier Carmelo Luzzo.

Il Capo della civica amministrazione, nel corso dell´incontro, ha tenuto a precisare che la sospensione, fino al 10 settembre, delle sole attività di dragaggio dello specchio d´acqua dell´area portuale e quindi non di tutte le altre opere, i cui lavori procedono speditamente, non comporterà alcun ritardo nel programma complessivo degli interventi.