Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 700
RAGUSA - 22/05/2015
Attualità - I dati raccolti dal Centro Studi Continental

Troppi "rottami" sulle strade iblee

Fra le province siciliane quella con il parco auto circolante più datato è Catania (13 anni) Foto Corrierediragusa.it

Il pericolo sulle strade non viene solo da alcol, droghe, eccesso di velocità e uso dei telefonini ma anche da un parco macchine vecchio. Un mezzo con oltre dieci anni di vita, se non correttamente mantenuto, può contribuire ad incidenti anche gravi derivanti dal suo stato di avanzata usura perchè non ha sistemi di sicurezza aggiornati oltre a produrre un livello di emissioni di sostanze nocive più alto rispetto a quello delle auto più recenti. I dati raccolti dal Centro Studi Continental su informazioni fornite da Aci dicono che in Sicilia le auto che circolano hanno in media un’età di 12 anni e 2 mesi. Fra le province siciliane quella con il parco auto circolante più datato è Catania (13 anni), seguita da Enna (12 anni e 5 mesi), Ragusa (12 anni e 4 mesi), Agrigento e Trapani (12 anni e 3 mesi), Messina (12 anni), Caltanissetta (11 anni e 11 mesi), Siracusa (11 anni e 9 mesi) e Palermo (11 anni e 5 mesi). In Italia, invece, l´età media delle autovetture che circolano in Italia è di 9 anni e 11 mesi. Non solo si tratta di un livello particolarmente alto, ma è anche sensibilmente cresciuto negli ultimi anni, quando, a causa della crisi economica, le vendite di autovetture sono molto calate e quindi anche il rinnovo del parco circolante è rallentato.

Vi è poi un’altra considerazione molto importante da fare riguardo l’età media del parco circolante italiano di autovetture, e cioè che, come sottolinea il Centro Studi Continental, vi è una grande differenza tra i dati registrati nelle regioni meridionali rispetto a quelle del resto del Paese. Al Sud mediamente le auto in circolazione sono molto più vecchie. Ciò è dovuto al minore sviluppo economico delle regioni meridionali, nelle quali ci si può permettere di acquistare un’auto nuova meno frequentemente rispetto a quanto accade nelle regioni del Centro Nord e quindi bisogna far durare più a lungo le auto già datate che sono in circolazione.
La regione in cui circolano le auto più vecchie è la Campania, dove l’età media del parco circolante è 12 anni e 9 mesi.

In Calabria è 12 anni e 3 mesi, in Basilicata e in Sicilia 12 anni e 2 mesi, in Puglia 11 anni e 8 mesi, in Molise 11 anni e 7 mesi e in Sardegna 10 anni e 10 mesi. Alle regioni meridionali seguono quelle del Centro, con Abruzzo (10 anni e 6 mesi), Umbria (10 anni e 3 mesi), Lazio e Marche (9 anni e 11 mesi), e poi ancora quelle del nord (Friuli Venezia Giulia, 9 anni e 8 mesi; Veneto, 9 anni e 3 mesi; Liguria, 9 anni e 2 mesi; Piemonte, 8 anni e 11 mesi; Emilia Romagna, 8 anni e 10 mesi; Lombardia, 8 anni e 7 mesi; Toscana, 8 anni e 4 mesi). Le regioni in cui circolano le auto più giovani sono Trentino Alto Adige (5 anni e 10 mesi) e Valle D’Aosta (4 anni e 7 mesi).