Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1129
RAGUSA - 07/05/2015
Attualità - La lavoratrice ha "allevato" e nutrito vescovi e sacerdoti per generazioni

"Maestra del lavoro" ragusana insignita da Mattarella

Oggi a 86 anni la "Signora Giovanna" resta un esempio soprattutto per le giovani generazioni
Foto CorrierediRagusa.it

Ha "allevato" e nutrito vescovi e sacerdoti in oltre 40 anni di lavoro. Da giovani Mons. Mario Russotto, attuale Vescovo di Caltanissetta, Mons. Giambattista Di Quattro, Nunzio Apostolico in Bolivia, don Giuseppe Antoci, attuale Rettore del Seminario Vescovile di Ragusa, don Girolamo Alessi, attuale parroco della Cattedrale di San Giovanni Battista, si sono formati al seminario vescovile di Ragusa e sono stati accuditi da Giovanna Distefano. Ora per la capocuoca del seminario è arrivato un riconoscimento tanto inatteso quanto prestigioso. La capocuoca attenta e amabile è stata infatti insignita dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella della "Stella al Merito del Lavoro" con titolo di "Maestro del Lavoro", per 40 anni di attività lavorativa, il più alto ed anche il più antico riconoscimento che la Repubblica possa concedere a chi ha speso la propria vita dedicando con onestà, perizia e laboriosità tutta se stessa al lavoro. Con sobrietà e semplicità Giovanna Distefano si è presentata nell´aula magna della facoltà di Giurisprudenza di Palermo, unica ragusana e unica donna in Sicilia ad essere insignita, per ricevere un riconoscimento formale che testimonia un impegno e una dirittura uniche.

La vita di Giovanna Distefano non è stata facile, segnata poco più che 20enne dalla tragica morte del marito, Sebastiano Occhipinti, durante i lavori di edificazione dell´edificio della Banca d´Italia di Ragusa nel 1955 a soli 29 anni. E´ stata in qualche modo la svolta della sua vita perchè da quel tragico momento ha cominciato il suo lavoro al seminario rappresentando per i tanti giovani in via di formazione spirituale un punto di riferimento. Non solo la cuoca che assicurava la bontà dei pasti e la loro puntualità ma una madre, una donna che ha dato conforto e assistito nei momenti difficili i seminaristi.

Li ha incoraggiati a non desistere, a non avere paura, a non lasciarsi prendere dallo sconforto e a non mollare mai, così come ha sempre fatto con la figlia Maria e le nipoti, lei che più di altri, rimasta vedova a soli ventisette anni con la figlia più piccola di soli sei mesi, ha sperimentato sulla propria pelle il senso profondo del dolore e della sofferenza ed ha trovato in Dio, nella famiglia, nel suo adorato lavoro e nei "ragazzi", il coraggio e la forza per rialzarsi ed andare avanti con una dignità ed una forza senza eguali.

Oggi a 86 anni la "Signora Giovanna", come da tutti conosciuta, resta un esempio soprattutto per le giovani generazioni, per i nipoti, per tutta la comunità ragusana per quanto ha saputo dare nel corso degli anni quando non ha mai mancato di essere presente in tutte le condizioni atmosferiche, prendendo sempre l´autobus per andare al lavoro, non indulgendo in pause inutili.

Quando qualcuno le rivolge la domanda di rito: "Signora è contenta e convinta della vita che il destino le ha riservato?" lei risponde con un sorriso : "Sono vedova da 60 anni, non mi sono mai più risposata nè tanto meno ho avuto altro amore che il mio adorato e sfortunato marito, ho cercato un lavoro per mantenere la mia famiglia, ho visto nascere, crescere e laurearsi le mie nipoti, ho svolto onestamente un lavoro che mi piaceva, dando tanto e ricevendo tanto, oggi il Presidente della Repubblica Italiana, con mia grande sorpresa mi ha anche premiata per i miei innumerevoli sacrifici, ho 86 anni, godo di ottima salute e con la Grazia di Dio sono qui e sono felice e serena, mi manca sempre mio marito col quale avrei voluto condividere momenti importanti come questo, ma sono una donna di fede e so di averlo sempre accanto a me e va bene così, si vede che questo doveva essere il mio destino". Giovanna Distefano, semplice, autentica, oggi "Maestra del Lavoro".

Nella foto la signora Giovanna oggi, dopo essere stata insignita del prestigioso riconoscimento, e com´era da giovane