Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1025
RAGUSA - 23/04/2015
Attualità - La festa esterna a Modica si tiene domenica, a Ragusa nell’ultimo fine settimana di Maggio

Ibla e Modica onorano oggi il patrono S. Giorgio

Nelle navate del Duomo la "scinnuta" del simulacro del santo cavaliere con una grande partecipazione Foto Corrierediragusa.it

Ad Ibla e a Modica si festeggia il S. Cavaliere e i programmi sono stati già definiti. Le due feste tuttavia hanno scansioni temporali diverse almeno per quanto riguarda la festa esterna. A Modica S. Giorgio sarà infatti festeggiato domenica mentre ad Ibla si terrà nell´ultimo fine settimana di maggio. La "scinnuta" è il primo atto in onore del santo e si è tenuta domenica sera nelle navate del duomo di Ibla. (nella foto).

Si tratta della traslazione del simulacro del santo dalla nicchia dell’ingresso laterale in cui viene ospitato tutto l’anno sino all’abside accanto all’altare, dove rimarrà per tutto il periodo dei festeggiamenti: stesso intervento anche per l’Arca santa. Tra le navate già i primi momenti di festa mentre la caratteristica «abballariata» che rende il rito ancora più suggestivo. Il tutto è stato accompagnato dal suono dell’«organo maximum» e della campana grande della Chiesa madre: un modo, insomma, per dare il primo abbraccio al santo.
Quest’anno ricorre il 372esimo anniversario da quando il martire è stato insignito del titolo di patrono della città di Ragusa.Per l’ottavo anno consecutivo sono i componenti dell’associazione «San Giorgio martire e l’associazione portatori sono impegnati insieme alla comunità parrocchiale e al parroco, don Pietro Floridia.

A Modica la "scinnuta" è stata consumata già da due settimane e si attende la festa che, come ogni anno, sarà ricca di partecipazione e di appuntamenti. Oggi intanto sia a Ibla sia a Modica si terranno le celebrazioni religiose. Ad Ibla alle 18,45, la solenne concelebrazione eucaristica presieduta dal vescovo, mons. Paolo Urso. Saranno presenti le autorità civili e militari della città. Il suono delle campane e lo sparo di colpi a cannone annunceranno, alle 10, alle 12 e alle 17, il giorno di festa.