Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1415
RAGUSA - 07/04/2015
Attualità - Sono stati impegnati due milioni e mezzo di euro

Pronto il bando per ristrutturare casa in centro storico

Entro 150 giorni dall’accettazione della richiesta l’interessato dovrà stipulare il mutuo con l’istituto di credito convenzionato e comunicarlo al competente assessorato regionale Foto Corrierediragusa.it

E´ pronto il bando della Regione per finanziare le agevolazioni per chi decide di ristrutturare casa nei centri storici ed accedere ai contributi. Operazione per la quale sono stati impegnati due milioni e mezzo di euro con i quali la Regione coprirà gli interessi sui mutui. Il bando, predisposto dal Dipartimento delle Infrastrutture e Mobilità, è stato pubblicato sul sito della Regione, si attende invece la pubblicazione in Gazzetta ufficiale. Solo da quel momento sarà possibile presentare le istanze che saranno evase con la procedura «a sportello» (ossia, accertata la regolarità delle domande e della documentazione presentata, secondo l’ordine di arrivo e fino al raggiungimento della somma stanziata). Non saranno invece prese in considerazione le istanze arrivate prima della pubblicazione in Gazzetta. Requisito indispensabile è che gli immobili, ad uso residenziale o ubicati in complessi a prevalente uso residenziale, ricadano nei centri storici. Fra le opere ammesse a finanziamento figurano quelle di restauro e di risanamento conservativo, di manutenzione straordinaria per l´adeguamento antisismico. I fondi saranno concessi grazie ad una convezione tra la Regione e Unicredit che coprirà il mutuo relativo agli interessi ventennali per una massimo di 300 mila euro da rimborsare anche con rate semestrali.

Entro 150 giorni dall´accettazione della richiesta l´interessato dovrà stipulare il mutuo con l´istituto di credito convenzionato e comunicarlo al competente assessorato regionale. I lavori dovranno iniziare entro un anno dal decreto di concessione delle agevolazioni.