Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 730
RAGUSA - 27/03/2015
Attualità - E’ una rete spontanea di professionisti riuniti all’interno dell’associazione culturale

"Oltremodo" crea sinergie tra aziende, enti pubblici e privati

Presentata nel corso di un convegno nel corso del quale Davide Scrofani ha raccontato la sua esperienza di architetto a Roma e la sua voglia di voler fare qualcosa di grande per la sua città Foto Corrierediragusa.it

Fare rete e creare sinergie. E´ con questi dichiarati obiettivi, che superano una mentalità che fa ormai parte del passato, che si è già messa in moto a Ragusa la rete spontanea di professionisti e imprenditori riuniti all´interno dell´associazione culturale «Oltremodo». Il progetto è stato lanciato dai soci fondatori dai soci fondatori tra cui l´architetto Davide Scrofani (nella foto. La foto precedentemente pubblicata non era relativa al convegno di Oltremodo. Ce ne scusiamo con gli interessati per gli eventuali equivoci ingenerati), che è anche il presidente, l´ingegnere Marcello Tirrito e la consulente del lavoro Deborah Di Rosa. Fare sinergia è la parola che sarà l’essenza vera e propria di «Oltremodo».

L’associazione vuole essere un punto di riferimento per le aziende, le imprese, anche gli enti pubblici e i privati a beneficio di tutta la città. Davide Scrofani ha raccontato la sua esperienza di architetto a Roma e la sua voglia di voler fare qualcosa di grande nella sua città, Ragusa. «E’ un sogno che, nato nell’agosto del 2014, oggi si avvera - ha detto Scrofani- perché riflettendo sulla situazione del nostro territorio ho pensato che era ora di uscire dall’egocentrismo e di pensare a creare una rete che potesse mirare alla reciproca collaborazione a 360 gradi». Il suo incontro con l’ingegnere Tirrito è stato utile per raccogliere alcune iniziative e tracciare il percorso di «Oltremodo», strumento a disposizione della città per far conoscere la qualità proposta dai professionisti e dagli imprenditori del territorio. «Oltremodo» vuole anche organizzare eventi, incontri, mostre per far conoscere le competenze presenti sul territorio. L’ingegnere Marcello Tirrito ha voluto spiegare che questa idea di sinergia tra professionisti ed imprenditori, è nata dall’esigenza di interfaccia tra i cantieri. »L’era del tuttologo è finita - ha precisato Tirrito - per cui per fare un buon lavoro ci vuole sinergia. Abbiamo voluto unire la funzionalità all’estetica e la sinergia deve essere messa in atto per dare un risultato di qualità». L’associazione culturale «Oltremodo», che non ha colore politico e si reputa trasparente sia dal punto di vista delle attività che da quello contabile, organizzerà anche convegni, workshop ed esposizioni dedicate al mondo della casa e dell´abitare, sia per quanto riguarda la parte strutturale che per quella normativa e sulle agevolazioni fiscali. Ma l’idea di fondo vuole andare oltre, parlando anche di temi generali come la salubrità dell’aria e la tutela dell´ambiente. Anche per questo, grazie al coinvolgimento di alcuni medici, ci sarà un evento specifico.

Tra le altre attività in programma anche un evento formativo a Malta, una mostra sulla tesi di laurea dedicate al territorio ragusano, un convegno sulla geotermia tema di sempre maggiore attualità. Altre mostre saranno organizzate per i giovani studenti di architettura che potranno realizzare dei prototipi progettuali di abitazioni innovative. La parte di consulenza fiscale è stata esposta da Deborah Di Rosa la quale oltre ad essere tra i soci fondatori è anche la segretaria dell’associazione «Oltremodo». Ha anticipato la sua esposizione con un video che ha illustrato il concetto di sinergia, un concetto che fa parte della nostra vita quotidiana e che non è altro che un interscambio costante di conoscenze e competenze. Maggiori informazioni all’email oltremodoinsinergia@gmail.com o sul sito internet www.oltremodoinsinergia.eu.