Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 588
RAGUSA - 04/03/2015
Attualità - In serata vertice in prefettura

Prima tappa iblea della Bindi a Vittoria, nelle prossime ore sarà a Ragusa

Prevista una serie di audizioni con i vertici provinciali delle forze dell’Ordine Foto Corrierediragusa.it

Prima tappa a Vittoria della commissione nazionale antimafia, con la presidente Rosy Bindi (foto) e sei componenti dell´organismo parlamentare. La commissione ha incontrato il sindaco, Giuseppe Nicosia e i capigruppo consiliari. All´incontro hanno partecipato anche il prefetto, Annunziato Vardè e i vertici cittadini delle forze dell´ordine. "La mafia è sempre più forte e sempre più in agguato - ha detto Bindi - pronta a infiltrarsi ovunque. Sindaco, consiglio comunale, forze dell´ordine sono in prima fila nella lotta alla legalità e sono i presidi dello Stato in questo territorio". Bindi ha aggiunto che l´attenzione della commissione sarà dedicata anche "ai problemi dell´agricoltura e al funzionamento dei mercati agroalimentari nell´ambito delle audizioni anche con il sindaco".

Si è parlato dell´omicidio in pieno centro a Vittoria alla vigilia di Natale di un esponente della ´ndrangheta calabrese, Michele Brandimarte e dei suoi possibili collegamenti con la malavita organizzata locale che secondo il rapporto annuale del procuratore nazionale Antimafia Franco Roberti si sarebbe riorganizzata. Il sindaco di Vittoria ha illustrato alla presidente Bindi il nuovo regolamento del mercato ortofrutticolo adottato dalla Giunta Comunale per assicurare legalità e trasparenza nelle contrattazioni.

La Commissione parlamentare antimafia dopo la visita al Comune di Vittoria si trasferirà in serata in Prefettura per una serie di audizioni con i vertici provinciali delle forze dell´Ordine. Al centro della visita anche il caso del comune di Scicli dove l´ex sindaco Franco Susino è indagato per concorso esterno in associazione mafiosa e il Comune potrebbe essere sciolto per infiltrazioni mafiose se venisse appurato il collegamento tra alcuni esponenti della criminalità locale attualmente in stato di detenzione e amministratori politici locali.