Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:44 - Lettori online 910
RAGUSA - 02/02/2015
Attualità - Dopo la soppressione del Tribunale di Modica un solo organismo per tutti gli avvocati

Consiglio ordine forense tutto rinnovato a Ragusa

In tutto tre liste con 33 candidati per 11 posti disponibili. Si vota il 9, 10 e 11 Foto Corrierediragusa.it

Sono 33 i candidati per gli undici posti al Consiglio dell´Ordine degli avvocati del Tribunale di Ragusa. L´elezione in programma da lunedì 9 a mercoledì 11 sarà la prima che vedrà riuniti i due ordini forensi dopo la soppressione del Tribunale di Modica. Il consiglio forense di Modica, presieduto da Ignazio Galfo,è infatti decaduto dal primo gennaio e tutti gli avvocati dell´ex foro di Modica, 337, sono confluiti a Ragusa che contava già 579 iscritti. Il nuovo consiglio dell´ordine resterà in carica per 4 anni fino al 2018. Tre le liste in competizione, Impegno Forense, Lista del Foro Ibleo e Avvocatura Iblea Unita. Questi i candidati di Impegno Forense: Nunziata Caggia, Angela Dell´Ali, Cristina Di Paola, Salvatore Giurdanella, Francesco Lucifora, Livio Mandarà, Salvatore Poidomani, Giovanni Riccotti, Enrico Schembari, Lorenzo Scuderi, Giuseppe Lanza.

La lista Foro Ibleo annovera cinque uscenti: Giuseppe Di Blasi, Mauro Guglielmino, Giovanni Mangione, Paolo Picci, Carlo Pietrorossi, Rosa Scrofani, Antonio Carbone, Emilia Cavalieri, Gianluca Di Raimondo, Giovanni Giampiccolo.

Avvocatura Iblea Unita: Giorgio Assenza, Laura Battaglia, Angelo Celeste, Ferdinando Corbino, Ignazio Galfo, Sergio Guastella, Stefania Muriana, Giuseppe Nigro, Daniela Scrofani, Giuseppe Solarino, Valeria Zorzi.

Altri avvocati, tra cui Elena Frasca, hanno infine presentato candidature autonomie, presentandosi in maniera individuale al di fuori delle liste.