Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 813
RAGUSA - 01/07/2008
Attualità - Ragusa - A cura dei volontari della Protezione civile

Ragusa: sicurezza in mare

Sono già state montate nelle spiagge le «torrette di controllo» Foto Corrierediragusa.it

Sicurezza nel litorale ibleo. Riparte anche quest’anno, il controllo dei mari iblei, a cura del dipartimento provinciale di protezione civile.

Già da alcuni anni infatti, la Provincia regionale di Ragusa, ha istituito molti presidi non solo lungo le spiagge del litorale, ma anche in mare.

Sono già state montate nelle spiagge le famose «torrette di controllo», dove attraverso turni giornalieri, dalle 8.00 fino alle 20.00, si avvicendano i giovani volontari di protezione civile, che vigilano sui bagnanti. Boe di galleggiamento, binocoli e e cordame, più barelle galleggianti per pronto intervento, radio trasmittenti, bandierine nautiche per segnalare le condizioni nautiche e marittime. Queste sono tutte le attrezzature di cui dispone ogni gruppo.

In mare invece, la protezione civile è stata dotata di gommoni di controllo e salvataggio che si occupano di vigilare e di intervenire immediatamente in caso di soccorso.

Il ruolo principale è quello di prevenire o di evitare che alcuni diportisti indisciplinati, non rispettino le regole di navigazione sotto costa. Capita di sovente infatti che scooteristi amanti dell’esibizione, o dipartisti pigri, arrivino fino a pochi centimetri dalla battigia, dove invece i bagnanti, vorrebbero trascorrere qualche ora senza doversi preoccupare delle eliche dei motoscafi.

(Nella foto in alto un gommone della Protezione civile)